iscrizionenewslettergif
Bergamo

Caso Moro: la Guardia di finanza indaga in Toscana

Di Redazione6 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Guardia di finanza

La Guardia di finanza

BERGAMO — Portano in Toscana le indagini sul caso di Marcello Moro. L’assessore comunale di Bergamo è indagato per una presunta tangente da 50mila euro ottenuta per favorire il pagamento dei lavori effettuati a Sant’Agostino dal gruppo imprenditoriale di Pierluca Locatelli.

Moro continua a dirsi estraneo alla vicenda. Nel frattempo gli uomini della Guardia di finanza hanno fatto visita alla ditta Baldazzini Tognozzi, oggi in regime di concordato, che aveva vinto la gara per la ristrutturazione del complesso storico bergamasco e l’aveva poi girata in subappalto al gruppo Locatelli.

Nella ditta toscana, i finanzieri hanno analizzato la documentazione contabile e sentito un ingegnere, la cui posizione giudiziaria non è stata resa nota.

Le indagini della Guardia di finanza si stanne estendendo a 360 gradi. Tanto è vero che la scorsa settimana gli uomini della Fiamme Gialle per tre giorni consecutivi hanno effettuato controlli contabili al consorzio di Bonifica della media pianura bergamasca di cui Marcello Moro è presidente.

E Piazza Vecchia torna ad essere un giardino

Piazza Vecchia trasformata in un giardino BERGAMO -- Dal 30 agosto al 16 settembre prossimo, Città Alta tornerà a tingersi di ...

Capriolo a spasso per Bergamo Alta: catturato e liberato nel Parco dei colli

Capriolo BERGAMO -- Se n'è andato a spasso per Bergamo Alta come se nulla fosse, gettando ...