iscrizionenewslettergif
Politica

Gallone (Pdl): evitare tagli alle energie rinnovabili

Di Redazione5 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Alessandra Gallone

Alessandra Gallone

ROMA — “Le imprese che operano nel settore delle energie rinnovabili, soprattutto per il loro alto valore tecnologico, sono una realtà importante del Paese e vanno aiutate. Molte di esse sono sorte nella Provincia di Bergamo, e “non si può pensare di penalizzarle: in questo modo si rischia di tagliare le ali al nostro sviluppo”. La senatrice bergamasca del Pdl Alessandra Gallone, componente della commissione Ambiente, sollecita il governo a emanare al più presto i decreti attuativi del piano di incentivi e a fugare ogni dubbio sulle misure che potrebbero colpire questo settore trainante.

“Da qualche settimana le associazioni e le imprese del settore delle energie rinnovabili del nostro territorio stanno lanciando un Sos forte e chiaro – spiega la Gallone -. Soffrono numerosi problemi causati dal colpevole ritardo degli incentivi, e ora temono misure penalizzanti contenute nel quinto Conto energia sul fotovoltaico”.

“Preoccupata dalla situazione che frena gli investimenti nel settore industriale elettrico, per il rischio di non raggiungere gli obiettivi europei e per gli aumenti della bolletta elettrica che si stanno generando – aggiunge la senatrice del Pdl – ho presentato insieme ad altri colleghi del Senato una mozione bipartisan e urgente che impegna il Governo a istituire un tavolo di confronto tra lo stesso Governo e gli operatori, avvalendosi anche dei componenti delle Commissioni parlamentari competenti (Industria e Ambiente) sul tema degli incentivi, per calibrare i sistemi di sostegno alle diverse fonti rinnovabili.

“In tutto questo – conclude la Gallone – abbiamo tenuto conto delle ricadute sulla filiera industriale nazionale, sull’ambiente, sul riequilibrio del mix degli approvvigionamenti energetici, sull’occupazione, sulla gestione del territorio, oltre alle ricadute economiche sulla bolletta elettrica. L’obiettivo è quello di definire una proroga per l’applicazione dei nuovi sistemi incentivanti, tale da garantire lo stesso arco temporale tra l’approvazione dei decreti e l’attivazione delle nuove modalità previste dal decreto legislativo n. 28 del 2011”.

Lega, aperta la cassaforte: 200mila euro ai figli di Bossi

Renzo Bossi con Francesco Belsito MILANO -- Si complica sempre più la posizione di Bossi e della Lega. Ieri i ...

Jannone: audizione Inps particolarmente fruttuosa

Giorgio Jannone ROMA -- "L’audizione del presidente dell’Inps Mastrapasqua si è rivelata particolarmente fruttuosa, in quanto ...