iscrizionenewslettergif
Politica

Truffa ai danni dello Stato: indagato il tesoriere della Lega

Di Redazione3 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Umberto Bossi e Francesco Belsito

Umberto Bossi e Francesco Belsito

MILANO — Il tesoriere della Lega Francesco Belsito è indagato dalla procura di Milano per il reato di appropriazione indebita e truffa aggravata ai danni dello Stato. La vicenda è legata ai finanziamenti pubblici che la Lega ha percepito come rimborsi elettorali.

Secondo quanto si legge nel decreto di perquisizione emesso dalla procura, Belsito avrebbe distratto soldi pubblici “per sostenere i costi della famiglia Bossi”.
“Esborsi effettuati per esigenze personali di familiari del leader della Lega Nord. Esborsi in contante o con assegni circolari o attraverso contratti simulati” si legge nel provvedimento giudiziario.

Secco il commento dell’ex ministro dell’Interno Roberto Maroni: “È il momento di cogliere l’occasione di fare pulizia, perché queste cose fanno male alla Lega e ai suoi militanti”.

Maroni auspica le dimissioni di Belsito, da tempo al centro di polemiche per diverse questioni spinose come il diploma taroccato a Napoli, le lauree fantasma, gli investimenti in Tanzania.

Formigoni attacca: dall’opposizione solo vecchie logiche

Roberto Formigoni MILANO -- "La maggioranza Pdl-Lega Nord al Pirellone è coesa e aperta al confronto, poi ...

Belsito si dimette. Soldi pubblici per pagare la villa? Bossi: non sapevo

Belsito con Bossi MILANO -- Il tesoriere della Lega Francesco Belsito si è dimesso. L'esponente della Lega è ...