iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Calcioscommesse: nuovi arresti, anche l’atalantino Masiello

Di Redazione2 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'atalantino Andrea Masiello

L'atalantino Andrea Masiello

BERGAMO — C’è anche l’atalantino Andrea Masiello fra i giocatori arrestati questa mattina dai carabinieri su ordine della procura di Bari che indaga sulla vicenda del calcioscommesse.

La procura della Repubblica di Bari ha dato il via a provvedimenti restrittivi nei confronti di diversi giocatori di calcio. Il reato contestato associazione per delinquere finalizzata alla frode in competizioni sportive.

I particolari sull’operazione saranno resi noti nel corso di un incontro con i giornalisti che si terrà a mezzogiorno al Comando provinciale dei Carabinieri con il procuratore della Repubblica presso il tribunale di Bari, Antonio Laudati.

Era stato il direttore del Tg di La7 Enrico Mentana, nei giorni scorsi, ad annunciare senza giri di parole la nuova bufera: “Il mondo del calcio resta con il fiato sospeso perché è ormai certo che siamo alla vigilia di una nuova ondata di provvedimenti sullo scandalo del calcioscommesse. Si parla, entro 24/48 ore, di un’ondata di arresti che riguarderebbero anche calciatori del massimo campionato”.

Nel capoluogo pugliese sono almeno 19 le persone coinvolte – tra cui nove ex calciatori biancorossi – nella presunta combine di nove partite dello scorso campionato di serie A.

I provvedimenti restrittivi dovrebbero però riguardare un numero ridotto di indagati tra i quali Andrea Masiello, difensore dell’Atalanta. Le richieste di custodia cautelare sono state avanzate dal procuratore, Antonio Laudati, e dal sostituto Ciro Angelillis.

Tra gli ex calciatori biancorossi indagati a Bari, oltre ad Andrea Masiello, ci sono Daniele Portanova (difensore del Bologna), Alessandro Parisi (difensore del Torino), Simone Bentivoglio, Marco Rossi, Abdelkader Ghezzal, Marco Esposito, Antonio Bellavista e Nicola Belmonte. Nel registro degli indagati ci sono anche i nomi del factotum barese Angelo Iacovelli, tre ristoratori – Nico De Tullio, Onofrio De Benedictis e Francesco De Napoli – ritenuti complici dei calciatori, scommettitori e loro amici: Arianna Pinto, Giovanni Carella, Fabio Giacobbe, lo ‘zingarò Victor Kondic, Leonardo Picci e l’albanese Armand Caca.

Fede, addio commosso al Tg4: ritornerò (video)

L'addio di Emilio Fede al Tg4 MILANO -- Ha guidato la sua creatura, che risponde al nome di Tg4, per 23 ...

Furto di dati carte di credito: allarme per Visa e Mastercard

Carte di credito Visa e Mastercard NEW YORK, Usa -- Grosso colpo degli hacker. I pirati informatici sono riusciti ad entrare ...