iscrizionenewslettergif
Bergamo

Caso Moro, la Finanza controlla il Consorzio di bonifica

Di Redazione30 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La sede del Consorzio di bonifica a Bergamo

La sede del Consorzio di bonifica a Bergamo

BERGAMO — La Guardia di finanza di Bergamo ha fatto visita per tre giorni consecutivi alla sede del Consorzio di bonifica della media pianura bergamasca. Gli Fiamme Gialle si sono presentati in via Gritti a Bergamo e hanno effettuato controlli all’ente presieduto da Marcello Moro acquisendo documentazione contabile.

I primi controlli risalgono a martedì scorso. Successivamente la Guardia di finanza è tornata sia mercoledì, sia giovedì, il che lascia supporre che le indagini siano piuttosto estese.

Ancora top secret il motivo dell’acquisizione dei documenti da parte del Nucleo di polizia tributaria, lo stesso che sta indagando sui rapporti fra Moro e il gruppo Locatelli.

Secondo le indagini condotte dalla Procura di Bergamo, Marcello Moro è indagato in qualità di assessore comunale per una presunta tangente da 50mila euro ricevuta dal gruppo imprenditoriale di Grumello per sbloccare alcuni lavori a Sant’Agostino. Moro dal canto suo si dice estraneo alla vicenda e ribadisce la sua innocenza.

Presentato il nuovo Elenco Sì, dinamico come il Gran Prix

La Maserati sulla copertina di Elenco Sì BERGAMO -- Cinquanta milioni di euro in auto storiche. Quarantamila spettatori. Insomma, i grandi numeri ...

Atb, variazioni alle linee per la partita allo stadio

Lo stadio comunale di Bergamo BERGAMO -- L'azienda municipalizzata dei trasporti Atb rende noto che sabato 31marzo 2012, in occasione ...