iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Cambio di stagione: come gestire l’insonnia dei bimbi

Di Redazione30 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cambio di stagione e insonnia

Cambio di stagione e insonnia

I bimbi possono risentire del cambio di stagione e del passaggio dall’ora solare all’ora legale come, e più, degli adulti. Non si tratta di una vera e propria sindrome, nè di un capriccio, ma di una serie di malesseri passeggeri che spesso si manifestano in insonnia, o comunque maggiore difficoltà a prendere sonno e continui risvegli. Ecco come affrontarli in serenità.

La produzione di serotonina (più nota come “molecola della felicità”) aumenta con l’allungarsi delle giornate dando gioia e voglia di fare, ma può anche causare sbalzi d’umore, di appetito o di sonno. Infatti in primavera l’orologio biologico fatica ad abituarsi alle variazioni di luce e di temperatura. In più da marzo in poi si presenta l’astenia primaverile, dovuta al ridotto apporto di magnesio.

Per garantire ai bimbi, e di conseguenza anche ai genitori, sonni tranquilli anche in primavera, occorre incoraggiare i piccini a uscire e giocare all’aria aperta, ma senza stravolgere improvvisamente i ritmi e le abitudini consolidate durante l’inverno.

Parto indotto: maggior rischio complicanze

Induzione del travaglio L'induzione del travaglio fa aumentare il rischio di ricorrere al cesareo e le complicanze post-partum ...

Gravidanza e infanzia: i rischi delle tisane

Tisane Tisane, infusi e integratori possono essere rischiosi se assunti in gravidanza, allattamento o dai bambini. ...