iscrizionenewslettergif
Provincia

Apprendistato: novità in arrivo per diecimila bergamaschi

Di Redazione30 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Novità in arrivo per i giovani assunti con contratto d'apprendistato

Novità in arrivo per i giovani assunti con contratto d'apprendistato

BERGAMO — C’è soddisfazione tra gli imprenditori del terziario per l’accordo di riordino complessivo sulla disciplina dell’apprendistato tra Confcommercio-Imprese per l’Italia e le organizzazioni sindacali Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil avvenuto nei giorni scorsi.

L’intesa dà attuazione al nuovo Testo Unico sull’apprendistato, in coerenza con le linee della nuova riforma del mercato del lavoro approvata dal Governo.

“Il nuovo accordo – afferma Enrico Betti, responsabile dell’area lavoro di Ascom Bergamo e presidente degli Enti bilaterali del commercio e del turismo – dimostra la volontà del terziario e dei servizi nel rispondere puntualmente all’evoluzione degli strumenti legislativi attraverso indicazioni semplici ed agevoli per le imprese che favoriscono anche la crescita dell’occupazione giovanile”.

Gli apprendisti in provincia di Bergamo sono circa 10 mila, il 40 per cento dei quali vengono assunti dalle imprese del commercio e dei servizi. “Nell’ultimo anno, però, nella nostra provincia si è registrato un calo del 30 per cento delle assunzioni di apprendisti, dovuto sia alla crisi in atto ma soprattutto al fatto che la normativa non era definita, le regole erano in continuo cambiamento. Speriamo ora che la riforma della Fornero non modifichi l’impianto e l’accordo firmato nei giorni scorsi sia dunque un punto fermo che consenta maggiore occupazione”.

“In effetti le nostre imprese confermano stabilmente oltre l’80 per cento delle assunzioni, quindi l’apprendistato, che lo scorso anno per esempio ha interessato 600 ragazzi dai 18 ai 29 anni, è uno strumento di punta per consentire ai giovani l’accesso nei settori del terziario. Il risultato raggiunto, in questo momento di particolare conflitto, dimostra che le parti sociali hanno volontà e capacità di affrontare il futuro consce che l’obiettivo comune è quello di favorire l’occupazione e lo sviluppo. E per ultimo questa intesa valida su tutto il territorio nazionale uniformerà le diversità ponendo al centro la bilateralità e la formazione vera”, conclude Betti.

Adesca ragazzine online: pedofilo arriva fino in Bergamasca

La Polizia postale in azione BERGAMO -- Adescava ragazzine fra i 13 e i 15 anni via internet, fra queste ...

Troppo vento: rinviato il campionato di parapendio

Rinviato il campionato interregionale di parapendio PALAZZAGO -- E' stato rinviato per il troppo vento il campionato interregionale di parapendio che ...