iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Lusi: ecco come avvenivano le spartizioni nella Margherita

Di Redazione29 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi

L'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi

ROMA — Dopo aver dichiarato che dei soldi spariti i vertici della Margherita sapevano tutto, il senatore Luigi Lusi, indagato dalla magistratura per i 20 milioni scomparsi dalle casse del partito di Rutelli, ha detto che restituirà tutto il maltolto.

Lo restituirà alla Margherita, ha detto. Come se non si trattasse di soldi pubblici, ovvero dei cittadini. Ma tant’è, stando al parlamentare, fra i beni defraudati ci sono una villa a Genzano, che ha un valore che oscilla tra i 6 e i 7 milioni di euro. E poi gli immobili di via Monserrato, a Roma, e quello di Ariccia (Villa Elena) e gli appartamenti di Capistrello.

Dell’acquisto degli immobili c’era chi sapeva, ha ribadito l’ex tesoriere della Margherita ai magistrati. Così come era nota l’esigenza di investire nel modo più intelligente possibile la liquidità del partito. Soldi che provenivano per la maggior parte dal rimborso delle varie elezioni, ha detto ancora l’ex tesoriere, sentito per oltre sei ore dai magistrati della procura di Roma.

Lusi ha spiegato agli inquirenti che fondi e spese dentro la Margherita erano ripartite secondo uno schema che vedeva il 60 per cento ai Popolari e il 40 per cento ai Rutelliani. A far da garante all’accordo, il tesoriere stesso. Tutto ha funzionato fino al 2009, quando Lusi fu costretto a registrare una serie di annotazioni per garantire che la ripartizione delle risorse avvenisse secondo lo schema stabilito.

Intanto i vertici del partito preparano nuove azioni giudiziare nei confronti di Lusi.

Reati: l’Italia dei valori propone il ritorno del falso in bilancio

La Camera dei deputati ROMA -- Il prossimo maggio, la Camera sarà chiamata a pronunciarsi sul reato di falso ...

Riforma del Coni: audizione alla Camera

Il presidente del Coni di Bergamo Valerio Bettoni BERGAMO -- Una delegazione dei presidenti dei Comitati provinciali del Coni, che contestano l’autoriforma che ...