iscrizionenewslettergif
Politica

Milioni spariti, Lusi conferma: i vertici della Margherita sapevano

Di Redazione28 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il senatore Lusi, espulso dal Pd

Il senatore Lusi, espulso dal Pd

ROMA — I vertici della Margherita erano al corrente di tutto. Dopo aver rilasciato un’intervista che inguaia Rutelli e soci, il tesoriere della Margherita Luigi Lusi ha ribadito le sue accuse in un interrogatorio davanti ai magistrati durato oltre 6 ore.

IL senatore ha chiarito la sua posizione circa i 18-20 milioni di euro spariti dalle casse del partito. Davanti al procuratore aggiunto Alberto Caperna, al procuratore capo Giuseppe Pignatone e al sostituto Stefano Pesci, Lusi ha parlato dei conti correnti rispondendo con precisione a tutte le domande dei magistrati.

Il tesoriere della Margherita, entrato in tribunale con due grosse borse di documenti al seguito, è indagato per appropriazione indebita e concorso in intestazione fittizia di beni. Lusi ha ammesso di essersi appropriato di 13,5 milioni di euro e ha raccontato che altri sapevano.

Lusi, rispondendo ai giornalisti, ha negato di essere la fonte dei documenti pubblicati dall’Espresso che chiamano in causa direttamente Francesco Rutelli attraverso una fondazione. Episodi che Rutelli ha smentito querelando il settimanale.

Il 5 aprile prossimo il senatore della Margherita sarà di nuovo in tribunale per il ricorso contro il sequestro di sei immobili e di due milioni di euro emesso nelle scorse settimane dai magistrati inquirenti.

Stucchi (Lega): la maggioranza è al capolinea

Giacomo Stucchi BERGAMO -- "Se per un verso è vero che saranno le forze politiche presenti in ...

Maroni: la nuova legge elettorale è una porcata

Roberto Maroni ROMA -- "Un modello tedesco bipolarizzato". Così Ignazio La Russa ha definito la nuova legge ...