iscrizionenewslettergif
Politica

Bettoni: in Lombardia non si parli di Padania

Di Redazione27 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Valerio Bettoni

Valerio Bettoni

BERGAMO — “In Italia si gioca una parte decisiva della partita per il futuro dell’Europa e la Lombardia gioca un ruolo determinante per guidare l’economia e la tenuta sociale dell’intero Paese su questa prospettiva”. È quanto ha dichiarato Valerio Bettoni, Consigliere regionale dell’Udc durante la seduta odierna del Consiglio Regionale della Lombardia, che ha esaminato e licenziato la risoluzione sul “Programma di lavoro della Commissione Europea per l’anno 2012”.

Il documento raccoglie le politiche europee di maggior interesse per la Lombardia e il suo tessuto socio economico e indica le linee guida lungo le quali si svilupperà l’azione regionale.

Secondo Bettoni, che ha annunciato il voto positivo dell’Udc al documento, “oggi le principali forze politiche italiane hanno compreso la portata della sfida ed hanno privilegiato la volontà di servire l’Italia al di sopra degli interessi di partito”. Da qui il monito dell’esponente centrista, che ha sottolineato nel suo intervento come “in Lombardia rischia di non affermarsi questo forte senso di responsabilità attorno agli impegni di risanamento che abbiamo assunto verso l’Europa con la formazione del nuovo Governo Monti, perché troppo spesso si sente parlare tra di noi, a volte con grande leggerezza, del fallimento dell’Euro e di un ritorno indietro verso l’epoca degli Stati nazionali, o peggio, di ipotetici Stati subnazionali, come la Padania”.

“Il fallimento dell’euro – ha sottolineato Bettoni – ci porterebbe un’inflazione rovinosa, che dimezzerebbe il valore dei nostri salari e dei nostri risparmi e raddoppierebbe la nostra disoccupazione. Sono consapevoli di questo scenario quei politici che, con straordinaria superficialità, oggi in Italia e in Lombardia scommettono sul fallimento dell’Euro e dell’Europa?”.

Bettoni ha poi delineato alcune priorità e istanze nel rapporto con l’Europa: “Unificazione e omogeneizzazione della tassazione delle imprese, promozione e difesa dei prodotti comunitari, meno eurocrazia, sostegno al mondo imprenditoriale, efficienza energetica, mobilità sostenibile e revisione del patto di stabilità”.

Redditi dei politici: Tentorio il più ricco a Palazzo Frizzoni

Il sindaco di Bergamo Franco Tentorio BERGAMO -- E' sempre il sindaco Franco Tentorio il più ricco a Palazzo Frizzoni. Il ...

Stucchi (Lega): la maggioranza è al capolinea

Giacomo Stucchi BERGAMO -- "Se per un verso è vero che saranno le forze politiche presenti in ...