iscrizionenewslettergif
Politica

Pdl: giovani e politica, rapporto complesso

Di Redazione23 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'associazione iGiovani

L'associazione iGiovani

BERGAMO — Riceviamo e pubblichiamo questo intervento da parte dell’associazione iGiovani del Pdl di Bergamo, circa il rapporto fra i giovani e la politica.

“Nonostante ciò che vien spesso ripetuto, nonostante le tante belle parole in campagna elettorale del candidato di turno, ai molteplici giovani volenterosi di militare in politica, in ogni schieramento partitico, viene spesso dato poco spazio. Spesso, in un modo molto velato, qualche esperto della politica tenta di mettere il bastone tra le ruote all’azione dei giovani, alle idee che essi intendono concretizzare e per le quali continuamente combattono.

Diverse sono le cause alla base di questa tendenza. In primis la giovane età è frequentemente associata a scarsa esperienza e suscita diffidenza da parte dei più longevi politicanti. Le nuove generazioni sono viste, solitamente, come povere di sani valori, disinteressate alle vecchie tradizioni, disattente alla “cosa pubblica”. Ma questa non è che una semplice scusante. La reale motivazione è da ricondurre ad altro. Spesso si ha paura del fatto che il nuovo riesca a battere il vecchio, si ha paura di cedere il passo a chi è grintoso e voglioso di fare perchè si vede in ciò un mero pericolo e non una grandiosa risorsa. Ciò comporta, di conseguenza, una cieca sfiducia che prescinde dalle effettive qualità di un giovane.

Tutti questi elementi allontanano i giovani dalla “cosa pubblica”, andando contro un fenomeno che dovrebbe rappresentare un interesse, ma che invece, troppe volte, rappresenta una paura. L’interesse dei giovani nei confronti della politica andrebbe salvaguardato poichè sarebbe motivo di arricchimento attraverso la proposta di nuove idee e la forte motivazione, portando così quella ventata di aria fresca tanto desiderata dagli elettori. La gente comune ormai vive una relazione complicata con la classe politica, ripone poca fiducia nei politicanti, ma dall’altra parte guarda con grande curiosità le nuove generazioni. Ed ecco allora che le generazioni future si fanno portatrici di speranze, vengono caricate di aspettative da parte della gente comune.

Essere un giovane in politica può essere un enorme vantaggio, ma non ci si può adagiare solo su questo valore aggiunto. Non basta essere giovani per essere validi, serve un qualcosa in più, per dirla usando un latinismo serve un “quid”. E allora ecco che, da parte di chi è catalogato come giovane, parte la promozione di una parola: meritocrazia. E’ giusto che faccia strada colui che è dotato di capacità riconosciute. Giovane o meno giovane, uomo o donna che sia.

A noi pare, tuttavia, che il problema sostanziale rimanga. La buona volontà delle nuove generazioni, la voglia di fare, si frappone,troppe volte, con il concreto spazio che ai validi giovani si concede. Riteniamo che tutto ciò sia risolvibile solamente attraverso un parziale rovesciamento di prospettiva da parte di chi la politica la fa di mestiere da tanto tempo.

L’associazione iGiovani, in particolare, ha molto a cuore il lavoro di chi vive il territorio e di questo conosce ogni minimo particolare. iGiovani è pronta a puntare sui molti ragazzi che preparati e motivati sono volenterosi di lavorare al meglio per il bene del proprio paese. Proprio per queste ragioni, alle prossime amministrative, iGiovani sosterrà con determinazione coloro che, con umiltà e immensa passione, hanno voluto offrire il proprio concreto contributo al territorio. In molti stanno dimostrando quotidianamente il loro valore, stanno continuamente rispondendo “presente” alla richiesta di partecipazione. Ed è proprio incarnando le voci di questi giovani che ci sentiamo in dovere di lanciare un appello a chi è del mestiere: non ignorateci”.

Gabriele Lorenzi
Alberto Fanelli

Membri di iGiovani

Cé (Verso Nord): rottamare Pdl e Lega

Alessandro Cé BERGAMO -- "Per mantenere questi sprechi oggi la maggioranza che governa in Regione Lombardia toglie ...

Spostato a Bergamo il congresso della Lega Lombarda

Giancarlo Giorgetti BERGAMO -- Contrariamente alle previsioni si terrà a Bergamo e non a Milano il congresso ...