iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Italia

Infermiera taglia cavo per errore: muore cardiopatico

Di Redazione22 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il dispositivo Vad

Il dispositivo Vad

PISTOIA — Ci sarebbe un errore fatale all’origine della morte di un cardiopatico di 69 anni di Pistoia, rappresentante di commercio. Ieri l’uomo è stato colpito da una grave crisi cardiaca e durante le concitate operazioni di soccorso all’ospedale, un infermiera avrebbe tagliato per errore il cavo elettrico che alimenta il dispositivo Vad (Ventricular assestement device) a supporto del ventricolo.

La magistratura ha aperto un’inchiesta. Un atto dovuto. Gli accertamenti dovranno stabilire se il black out del Vad sia stata causa decisiva della morte dell’uomo, oppure se la crisi cardiaca di ieri sera avrebbe comunque determinato il suo decesso, data la gravità.

Da capire anche se ai soccorritori era stato detto che c’era questo cavetto tra i vestiti e che bisognava stare attenti. L’inchiesta della procura è scaturita da una denuncia della famiglia. Anche la Asl di Pistoia ha aperto una sua inchiesta interna, amministrativa. Secondo la Azienda sanitaria “la dinamica fino a questo momento verificata non consente di mettere in relazione l’evento del distacco elettrico del dispositivo con la morte del paziente, tenuto conto delle condizioni critiche che il paziente presentava a dispositivo elettricamente collegato”.

La polizia scientifica ha sequestrato il supporto ventricolare per una perizia tecnica.

Torino, consigliere comunale ferito da colpi di pistola

Il consigliere comunale di Torino Alberto Musy TORINO -- Il consigliere comunale Alberto Musy (Terzo Polo) è stato ferito stamani nel centro ...

Montavano palco della Pausini: scoperti 16 lavoratori in nero

Il palco caduto a Reggio Calabria CASERTA -- Nuova tegola sui concerti di Laura Pausini. Dopo la morte di un operaio ...