iscrizionenewslettergif
Bergamo

Evasione fiscale: supermercato di Bergamo nei guai

Di Redazione18 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I controlli della Guardia di finanza

I controlli della Guardia di finanza

BERGAMO — La guardia di finanza di Bergamo ha scoperto un supermercato che, sebbene rilasciasse sempre lo scontrino fiscale, riusciva ad evadere le tasse annullando le ricevute subito dopo averle emesse, usando le funzioni di cassa per la correzione degli errori.

I due proprietari del supermercato, che hanno evaso oltre 530mila euro di ricavi, sono stati segnalati all’Agenzia delle Entrate. I due commercianti sono riusciti ad evadere anche 42mila euro di Iva, interamente pagata dai clienti e mai versata all’Erario.

Lo scontrino era a norma di legge. Solo che, dopo essere stato consegnato ai clienti, veniva subito annullato sulla cassa come se si trattasse di un errore.

E’ stata proprio la mole delle operazioni di rettifica a far partire le indagini. La procedure di legge, prevede infatti possibilità di cancellazione, a cui però deve seguire l’emissione di un nuovo scontrino fiscale con lo storno dell’importo sbagliato. Cosa che i due commercianti non avevano mai fatto. La Guardia di Finanza ha disposto, per ora, la sospensione temporanea dell’attività.

Clinica Castelli: settimana prevenzione dei tumori

La Clinica Castelli di Bergamo BERGAMO -- La Clinica Castelli partecipa all'undicesima edizione della settimana nazionale per la prevenzione oncologica, ...

Fiaip: l’aeroporto valore aggiunto per il mercato immobiliare

L'aeroporto di Orio al Serio Egregio direttore, in questi giorni a Bergamo tiene banco la questione dell'aeroporto e della strana posizione ...