iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Udc: a Bergamo sulla sicurezza risposte insufficienti

Di Redazione15 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il segretario cittadino Federico Villa con i giovani Udc

Il segretario cittadino Federico Villa con i giovani Udc

BERGAMO — “Arrivati a metà mandato, prendiamo atto che l’assessore Invernizzi e la Giunta Tentorio, i quali sbandieravano con forza il tema sicurezza durante la campagna elettorale, non sono riusciti a dare risposte sufficienti e a mantenere fede alle proprie promesse, affrontando il problema con superficialità e demagogia”. Lo sostengono il segretario cittadino dell’Udc Federico Villa e il delegato alla sicurezza Rodolfo Pinto.

“Dovremmo favorire l’integrazione e combattere il degrado con delle politiche sociali serie, ma la cultura leghista ci ha spiegato che la soluzione era l’innalzamento di barriere ideologiche e xenofobe e quindi abbiamo ghettizzato via Quarenghi , senza renderla più sicura e creando danni patrimoniali e non ai tanti cittadini bergamaschi che hanno li le loro proprietà” spiegano i due centristi.

“Dovremmo ascoltare i nostri cittadini, ed aiutarli con interventi mirati, ma Invernizzi e l’amministrazione Tentorio abdicano al proprio ruolo costringendo il parroco della Malpensata a risolvere in proprio il problema dello spaccio intorno al sagrato della chiesa, dopo i numerosi appelli rimasti inascoltati.
Dovremmo riqualificare aree in stato di degrado e rendere più illuminate e più sicure le zone periferiche, invece l’assessore Invernizzi va sbandierando da mesi la prossima apertura del presidio della polizia locale ai propilei”.

Ebbene ci chiediamo se la posizione centralissima sia stata scelta per la sua utilità o piuttosto per la quantità di elettori che da li passa ogni giorno, e ci auguriamo che l’efficacia non si riveli la stessa delle famose ronde. Chiediamo invece agli abitanti della Malpensata, di Colognola, di Celadina e degli altri quartieri periferici se questa trovata aumenta il loro grado e la loro percezione di sicurezza. Forse la Lega pensava che una volta indicati i problemi e fatta la propaganda a risolverli ci pensasse il dio Po’,o qualche fiaba celtica, noi invece siamo dell’idea che si renda più sicura Bergamo soltanto con risposte serie e strutturali, che mobilitino lo strumento delle forze dell’ordine , ma che passino anche e soprattutto da politiche sociali serie e da un piano di riqualificazione e rivitalizzazione urbana mirato, in maniera tale da rendere più dinamica e vivibile la nostra città , aumentando così la sicurezza fattiva e quella percepita” concludono gli esponenti dell’Udc.

Pdl Bergamo: le anomalie del primo coordinamento

Angelo Capelli BERGAMO -- E' stata una riunione decisamente anomala, la prima del coordinamento provinciale del Pdl. ...

Sicurezza, la Lega replica all’Udc: ci siete o ci fate?

Alberto Ribolla, capogruppo della Lega in consiglio comunale BERGAMO -- "Una domanda sorge spontanea: ma l'Udc ci è o ci fa?" A chiederselo ...