iscrizionenewslettergif
Bergamo

Presunte tangenti: coinvolto politico del Pdl di Bergamo

Di Redazione14 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Procura di Bergamo

La Procura di Bergamo

BERGAMO — E’ passato un solo giorno e il nome del politico citato da Pierluca Locatelli durante una telefonata intercettata per una presunta tangente da 50mila euro è arrivato. Si tratterebbe di “Marcello” che il quotidiano L’Eco di Bergamo individua in Marcello Moro, assessore del Comune di Bergamo.

Moro, al momento, non risulta indagato. Ne sono chiare le circostanze in cui sarebbe maturata la presunta tangente. La Procura per ora non ha né confermato né smentito. L’indagine resta avvolta nel più assoluto riserbo.

L’assessore pidiellino, tirato in ballo dall’imprenditore di Grumello accusato di corruzione dell’altro esponente del Pdl Franco Nicoli Cristiani, per la nota vicenda della discarica di Capella Cantone, si è difeso dicendo di essere “sorpreso e costernato”. E ha precisato di non aver mai avuto a che fare con Locatelli nei suoi rapporti istituzionali e professionali, presenti e passati, in Provincia, Comune di Bergamo e Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca.

Via Quarenghi chiusa: cambio di percorso per 6 e 11

Atb BERGAMO -- L'azienda municipalizzata dei trasporti Atb comunica che mercoledì 14 marzo 2012, dalle ore ...

Arrestati a Bari i costruttori Degennaro

I Degennaro, proprietari della Dec BERGAMO -- Sono agli arresti domiciliari a Bari i costruttori Daniele e Gerardo Degennaro, proprietari ...