iscrizionenewslettergif
Italia

Il pedofilo arrestato chiede la “castrazione chimica”

Di Redazione14 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gianluca Mascherpa

Gianluca Mascherpa

MILANO — “Sono disposto anche a sottopormi a castrazione chimica”. Lo ha messo a verbale Gianluca Mascherpa, l’allenatore di pallavolo arrestato il 9 marzo con l’accusa di induzione a esibizioni pornografiche di minorenni, violenza sessuale e corruzione di minorenni.

Ieri, davanti al giudice per le indagini preliminari di Milano Donatella Banci Buonamici, il 49enne diplomato all’Isef ha ammesso tutte le accuse contestate dal pubblico ministero Giovanni Polizzi.

Ha ammesso che adescava minorenni tra gli 11 e i 15 anni sul web, spacciandosi per un 16enne, tale «Simone», con tanto di foto finta su diversi social network. Quindi le induceva a spogliarsi e a masturbarsi davanti a lui, oppure si filmava in diretta mentre lo faceva lui stesso, inquadrando solo le parti intime per non rivelare la propria età.

L’uomo – che aveva già precedenti per reati di pedofilia – è stato incastrato da prove informatiche e intercettazioni telefoniche, perché aveva l’abitudine di controllare i suoi contatti sui sociale network con lo smartphone. E risponde dunque di induzione a esibizioni pornografiche di minorenne, diversi episodi di violenza sessuale commessi online, corruzione di minorenne e violazione di una misura accessoria, vale a dire il divieto di frequentare minorenni.

Fisco: raffica di controlli in Valtellina e Valchiavenna

Bormio SONDRIO -- Sondrio, Tirano, Bormio, Valtellina e Valchiavenna. Sono queste le località turistiche nel mirino ...

Furto in fondo al mare: sparita la campana dorata della Concordia

La campana sommersa della Costa Concordia ISOLA DEL GIGLIO -- Sembra paradossale, ma i soliti ignoti hanno colpito persino in fondo ...