iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Morbillo e rosolia: perchè fanno ancora paura

Di Redazione12 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il vaccino in età pediatrica

Il vaccino in età pediatrica

Morbillo e rosolia fanno ancora paura. Ecco perché occorre impegnarsi nel raggiungere i massimi livelli di copertura vaccinale.

Il morbillo è una delle malattie più contagiose in assoluto e può causare anche complicanze gravi quali polmoniti ed encefaliti, mentre la rosolia, se contratta in gravidanza, può causare malformazioni congenite nel feto tra cui problemi alla vista, problemi cardiaci e sordità.

Tutti i Paesi dell’OMS si sono impegnati a eliminare il morbillo endemico e a ridurre, a valori inferiori a 1/100.000 nati vivi, l’incidenza della rosolia e della sindrome da rosolia congenita entro il 2015. “Raggiungere questi traguardi è possibile – spiega Susanna Esposito, Direttore della UOC Pediatria 1 Clinica presso la Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano – L’obiettivo è raggiungere un livello nazionale di coperture vaccinali pari o maggiore al 95 per cento”.

Gravidanze tardive: in Italia è allarme

Gravidanza Le italiane posticipano sempre più la prima gravidanza e utilizzano a lungo contraccezione ormonale. Sono ...

Bambini sempre più a rischio colesterolo

Alimentazione e salute Colesterolo alto e trigliceridi, già in età pediatrica. L'allarme arriva dagli esperti italiani riuniti a ...