iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Economia

Swap oltre il 75 per cento: la Grecia evita il default

Di Redazione9 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Grecia ha evitato il fallimento in extremis

La Grecia ha evitato il fallimento in extremis

ATENE, Grecia — Il default non c’è stato. Il rischio di contagio d’altronde sarebbe stato troppo alto. L’adesione delle banche allo swap dei titoli di Stato della Grecia “ha superato il 75 per cento” e alla fine dei conti dovrebbe essere “molto, molto alta”. E’ quanto ha indicato una fonte governativa ellenica, subito riportata dalle agenzie internazionali.

La soglia del 75 per cento era quella considerata minima dal governo greco per poter dare attuazione al concambio dei vecchi titoli con quelli nuovi anche se idealmente l’esecutivo di Atene spera che si possa arrivare al 90 per cento. Secondo l’agenzia Reuters, le adesioni erano “vicine al 95 per cento”.

Ad allontanare lo spettro del default ci ha pensato il consiglio direttivo della Banca centrale europea che ha deciso di riammettere i titoli di Stato greci come garanzia della liquidità e dei prestiti concessi alle banche. Lo ha comunicato la stessa Bce, che aveva escluso l’ammissibilità dei titoli ellenici a seguito del taglio dei rating sulla Grecia. La Bce ha motivato la decisione con “l’attivazione del meccanismo di buy back per sostenere la qualità degli strumenti di debito” greci.

Credito Bergamasco, utili in salita: dividendo 0,50 per azione

La sede del Credito BergamascoBERGAMO -- Il Credito Bergamasco ha chiuso il 2011 con impieghi in crescita e un ...

Piazza Affari: la settimana in borsa (video)

La Borsa di Milano BERGAMO -- Lo swap della Grecia, le iniziative della Bce, lo spread Btp-Bund e i ...