iscrizionenewslettergif
Poesie

“I poeti lavorano di notte” di Alda Merini

Di Redazione6 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

I poeti lavorano di notte
quando il tempo non urge su di loro,
quando tace il rumore della folla
e termina il linciaggio delle ore.
I poeti lavorano nel buio
come falchi notturni od usignoli
dal dolcissimo canto
e temono di offendere iddio
ma i poeti nel loro silenzio
fanno ben più rumore
di una dorata cupola di stelle.

“Il più bello dei mari” di Nazim Hikmet

TANGO-OF-LOVE-painting-tango-love-P Il più bello dei mari è quello che non navigammo. Il più bello dei nostri figli non è ...

“Il Passato” di Emily Dickinson

remembering-a-loved-one-leonardo-ruggieri E' una curiosa creatura il passato Ed a guardarlo in viso Si può approdare all'estasi O alla disperazione. Se ...