iscrizionenewslettergif
Bergamo

Confcooperative elegge il nuovo vertice: Guerini in pole

Di Redazione5 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il presidente uscente di Confcooperative Sergio Bonetti

Il presidente uscente di Confcooperative Sergio Bonetti

BERGAMO — Anno nuovo dirigenza nuova per Confcooperative Bergamo che sabato 10 marzo presso la Sala Caravaggio della Fiera di Bergamo di via Lunga si riunirà in assemblea per eleggere la nuova dirigenza, pronta a guidare l’Unione provinciale per i prossimi 4 anni.

Durante l’assemblea, che si aprirà alle 8.45 con le procedure formali, si eleggeranno il nuovo presidente e il consiglio provinciale, attualmente composto da 33 membri, e quello dei revisori dei conti. A oggi si profila un’indicazione per una lista unitaria e una candidatura alla presidenza di Giuseppe Guerini, già segretario generale di Confcooperative Bergamo e presidente di Federsolidarietà.

L’assemblea elettiva chiama al voto oltre 450 delegati in rappresentanza delle cooperative associate e darà uno sguardo anche alla rappresentanza extra provinciale: alla fine dei lavori, il neoeletto consiglio provinciale si riunirà infatti per la designazione dei delegati alle Assemblee regionali e nazionali.

Oltre al rinnovo delle cariche istituzionali, l’assemblea congressuale 2012 sarà l’occasione per fare il punto della situazione sui quattro anni di mandato della presidenza di Sergio Bonetti e sulle prossime sfide che il mondo cooperativo sarà chiamato ad affrontare. L’assemblea cade infatti nell’Anno internazionale delle cooperative voluto dall’Onu e dall’Organizzazione internazionale del lavoro per stimolare e promuovere il mondo cooperativo. Un momento particolare, quindi, che aggiunge nuove significati e responsabilità maggiori per Confcooperative Bergamo, oggi la centrale cooperativa più rappresentativa del territorio bergamasco con una base sociale composta da 322 imprese che raggruppano oltre 67 mila soci e dove sono impiegati più di 7.600 lavoratori.

In quest’ottica durante l’assemblea interverranno diverse autorità e rappresentanti del mondo politico locale e regionale, oltre al vescovo di Bergamo monsignor Francesco Beschi, e al segretario generale di Confcooperative, Vincenzo Mannino.

Ad aprire la giornata, come da tradizione, la relazione del presidente uscente Sergio Bonetti: «Dopo quattro anni lascio ai miei successori un’organizzazione più forte e consapevole delle difficoltà della situazione politico ed economica attuale che apre scenari difficili ma anche accattivanti per il mondo cooperativo – spiega Bonetti, 66 anni, pronto a proseguire il suo cammino in Confcooperative in veste di presidente regionale di FederazioneSanità -. Sono convinto che la nuova classe dirigente sarà pronta a guidare l’Unione verso nuovi interessi associativi e una visione politica che deve mettere al centro della sua azione le imprese cooperative ma anche la comunità, le persone e le famiglie».

Bergamo: altro che treno per Orio, il progetto top secret è la funivia

La funivia costruita per l'Expo di Hannover BERGAMO -- E' chiuso da due anni in un cassetto di Palafrizzoni. Il progetto che ...

Oltre 1300 studenti di Bergamo in classe con l’iPad

Il celebre iPad BERGAMO -- La scuola lombarda s'innova introducendo anche l'iPad e, allo stesso tempo, senza mai ...