iscrizionenewslettergif
Politica

Sondaggi: il Pd arretra, Pdl al minimo storico

Di Redazione2 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le bandiere del Pdl

Le bandiere del Pdl

ROMA — Se dovessimo votare oggi vincerebbe, e di gran lunga, il partito dei delusi. Quel 60 per cento di italiani che dice di non sentirsi più rappresentato dal partito votato alla precedenti elezioni. Lo dice l’ultimo sondaggio dell’Istituto Demopolis.

A 100 giorni dall’insediamento del nuovo governo, il Pd risulta al 27 per cento e il Pdl al 21. I partiti perdono dunque appeal, soprattutto nel confronto con il governo di tecnici ed esperti messo in campo da Mario Monti.

In questi tre mesi il Pd, pur risultando il primo partito, ha perso due punti percentuali. Il Pdl addirittura tre, e si trova al punto più basso della sua storia.

Stabile l’Udc all’8 per cento e l’area di Centro (con Fli al 3,9, Api all’1 ed MpA all’1,1). Si rafforzano invece i partiti della Sinistra e i critici verso l’Esecutivo: l’Italia dei valori ottiene il 9 per cento, mentre Sel di Vendola sfiora l’8. Anche la Lega Nord trae beneficio dal ruolo di opposizione, portandosi al 1′ per cento. Continua a crescere anche il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, salito al 4 per cento.

Stucchi (Lega): il governo favorisce le lobby

Giacomo Stucchi BERGAMO -- "Pdl, Pd e Terzo Polo sanno perfettamente come sono andate le cose sulle ...

No Tav, Saffioti: solidarietà alle forze dell’Ordine

Carlo Saffioti BERGAMO -- "Esprimo la massima solidarietà, il più incondizionato sostegno e soprattutto infinita riconoscenza per ...