iscrizionenewslettergif
Sebino

E i rifiuti bergamaschi vanno a finire a Brescia

Di Redazione2 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'inceneritore di Brescia

L'inceneritore di Brescia

BERGAMO — Sarà il termovalorizzatore di Brescia a bruciare parte dei rifiuti bergamaschi. L’azienda energetica A2A ha infatti vinto il bando per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani di 30 comuni del Sebino, gestiti dalla Servizi comunali di Sarnico e trasferirà il carico nell’inceneritore della Leonessa.

Molto inferiore a quella attuata finora la tariffa d’incenerimento che i Comuni in questione pagheranno: 92 euro a tonnellata contro gli attuali 113. E’ la prima volta che in Bergamasca viene rotto il monopolio che prevedeva l’incenerimento in modo pressoché esclusivo dei nostri rifiuti nell’inceneritore Rea di Dalmine.

D’ora in poi, parte dei rifiuti bergamaschi verranno indirizzati al termovalorizzatore di A2a. Nei prossimi mesi, a Bergamo, scadranno altri contratti per circa 100 mila tonnellate e A2a metterà sul tavolo le sue proposte.

Sommozzatore bergamasco muore nel lago d’Iseo

Tavernola TAVERNOLA -- Un sub bergamasco è morto nelle acque del lago d'Iseo. La tragedia si ...

Malore mentre gioca a calcetto: paura per un 20enne

L'elicottero del 118 LOVERE -- Stava giocando a calcetto, quando all'improvviso è stramazzato al suolo. Sono stati attimi ...