iscrizionenewslettergif
Politica

Pdl, via libera ai congressi comunali. Le insidie per Capelli

Di Redazione1 marzo 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
ll coordinatore provinciale del Pdl Angelo Capelli

ll coordinatore provinciale del Pdl Angelo Capelli

BERGAMO — Dopo il congresso provinciale, via libera ai congressi comunali. Le assise locali del Pdl di Bergamo si terranno nei prossimi due mesi, entro la fine di aprile. La conferma arriva da via Frizzoni.

Ogni sezione locale del partito eleggerà attraverso votazione un suo coordinatore comunale. A Bergamo città, gli iscritti aventi diritto al voto sono circa 2400, mentre a Treviglio circa 750.

Dal punto di vista prettamente politico, l’occasione sarà preziosa per verificare, a livello comunale, la tenuta delle logiche che hanno caratterizzato il congresso provinciale. Oppure se la contrapposizione formigoniani-laici ha già fatto il suo tempo, superata da alleanze trasversali e personali tutte da scoprire.

Se le proporzioni espresse dal congresso provinciale fossero comunque rispettate (58 a 42 a favore dei formigoniani), su 244 comuni presenti in Bergamasca ai laici ne andrebbero circa un centinaio (o meglio, un centinaio di coordinatori comunali). Ciò significa che il coordinatore provinciale Angelo Capelli, appena eletto al grido di “territorio, territorio”, si troverebbe paradossalmente a governare un partito in cui un centinaio di esponenti eletti dal territorio stesso non seguono le sue indicazioni.

Ecco perché il clima di scontro e le paventate epurazioni dei giorni scorsi potrebbero essere davvero deleteri per il partito. Il secondo elemento destabilizzante per il Pdl in Bergamasca è la guerra alla Lega. L’ipotesi di alleanze con il Pd alle prossime amministrative (sottoforma di liste civiche), per mettere nell’angolo il Carroccio, potrebbe creare più di una difficoltà agli amministratori locali pidiellini che all’intesa con la Lega devono tutto o quasi.

Capelli dunque si troverà a gestire un equilibrio delicatissimo. Da una parte chi preme per lo showdown finale e l’annichilimento dei laici. Dall’altra una possibile emorragia che potrebbe portare diversi amministratori locali – e relativo seguito – nell’orbita leghista o in quella di un nuovo centro capace di dialogare con il Carroccio.

Pass disabili ai furbetti: il caso Bergamo finisce in parlamento

Un pass disabili BERGAMO -- I dati allarmanti sull'abuso dei pass per i disabili a Bergamo e le ...

Monti: tasseremo le rendite finanziarie

Mario Monti ROMA -- Sta rivoltando l'Italia come un calzino, andando a toccare santuari finora intoccabili, il ...