iscrizionenewslettergif
Bassa

Treviglio: parte la raccolta firme contro Ipb e cromo

Di Redazione29 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Treviglio

Treviglio

TREVIGLIO — “Il 3 e 4 marzo prossimo, a Treviglio, in Piazza Manara e a Castel Cerreto, i cittadini potranno dire la loro sul progetto Ipb (Interconnessione Pedemontana Brebemi), firmando contro l’opera spacciata come la nuova arteria che dovrebbe collegare velocemente Treviglio a Bergamo ma che in realtà si fermerà a Stezzano”. A parlare è Patrizia Siliprandi, leader del movimento “Le Donne scelgono”.

“Siamo un’associazione no-profit che da sempre si batte affinchè l’interesse e la salute dei cittadini vengano prima dei profitti di lobby e poteri forti – spiega -, ci facciamo promotrici della raccolta firme sul territorio contro questo progetto, come al solito calato dall’alto e in sordina, che non risolve affatto il problema del traffico locale e anzi lo aggrava”.

“Con questa autostrada – continua la Siliprandi – il territorio trevigliese rischia di essere devastato nei terreni agricoli della Geromina e di Castel Cerreto. Proprio quei terreni lasciati in eredità benefica agli Istituti Educativi. Con questa raccolta di firme i cittadini potranno riappropriarsi del diritto di dire la loro e essere informati su un progetto che riguarda così da vicino la loro qualità della vita, sui costi, sugli aspetti negativi e di impatto ambientale di un’opera che la nostra associazione non esita a definire inutile e dannosa”.

“Sarà un’occasione per discuterne, per chiedere perchè invece non si pensa a riqualificare il sistema ferroviario Treviglio-Bergamo o a potenziare la rete viaria già esistente. Per chiedere, per esempio, che fine ha fatto la tangenziale Ovest di Treviglio”.

“Le Donne scelgono – conclude la Siliprandi – invita a dire no a questo progetto autostradale che riteniamo inutile e dannoso. Con l’occasione, i cittadini potranno firmare anche per dire basta alla presenza del cromo esavalente nell’acqua potabile di Treviglio. Non si può tollerare che la popolazione trevigliese beva o cucini utilizzando acqua in cui è presente una sostanza cancerogena. Le Donne Scelgono invita tutti i cittadini a partecipare a questa raccolta firme che rappresenterà un importante momento di civiltà e democrazia”.

Gera d’Adda, lite degenera in sparatoria: feriti due albanesi

I carabinieri in azione FARA GERA D'ADDA -- Sparatoria la notte scorsa a Fara Gera d'Adda. Due albanesi di ...

Autostrada Bergamo-Treviglio: raccolti 2000 “no”

Il tracciato dell'autostrada Bergamo-Treviglio TREVIGLIO -- Sono state duemila le firme raccolte nel fine settimana in 12 paesi della ...