iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Reni: visite ed esami gratuiti al policlinico di Zingonia

Di Redazione29 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il policlinico San Marco di Zingonia

Il policlinico San Marco di Zingonia

BERGAMO — Sensibilizzare sull’importanza della prevenzione delle malattie renali, a partire dal controllo del diabete e dell’ipertensione. È questo l’obiettivo delle iniziative che si terranno l’8 marzo presso il Policlinico San Marco di Zingonia, in occasione della Giornata mondiale del rene, appuntamento ormai giunto alla settima edizione.

Lo staff del servizio di Nefrologia e Dialisi, diretto da Marco Lorenz, sarà a disposizione dei cittadini per fornire spiegazioni e informazioni su come prevenire e diagnosticare tempestivamente le patologie che riguardano questi due piccoli ma importantissimi organi che hanno il compito di filtrare tutte le sostanze veicolate attraverso il sangue, eliminando quelle tossiche e rimettendo in circolo, invece, gli elementi necessari ad un corretto funzionamento del corpo.

Basterà presentarsi nella sala del Centro Scientifico del Policlinico dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14,30 alle 17. Oltre ai colloqui gratuiti poi sarà possibile sottoporsi anche a rilevazione della pressione e a test del sangue capillare per i valori della glicemia, oltre ad esame delle urine, effettuati dal personale infermieristico.

“Diabete e ipertensione sono tra i principali fattori di rischio per l’insufficienza renale cronica (IRC), patologia che colpisce circa 5 milioni di italiani” osserva Lorenz. “Il diabete in particolare – prosegue il medico – nei Paesi occidentali è oggi la causa più comune di insufficienza renale terminale: danneggia il sistema vascolare renale e quindi la struttura dell’organo, portando alla nefropatia diabetica”.

Controllando diabete e ipertensione quindi si possono prevenire non solo malattie cardiovascolari ma anche l’insufficienza renale, oltre che rallentare la progressione della patologia quando sia già comparsa. “Trattandosi di una malattia silente che dà sintomi quando il danno renale è già presente, bisogna giocare d’anticipo individuando tempestivamente i soggetti a rischio e in particolare diabetici e ipertesi, per poter mettere in atto tutti gli interventi necessari, non solo a livello farmacologico ma anche di stile di vita”.

Già, perché anche nel caso delle malattie renali secondarie a diabete e ipertensione, uno stile di vita corretto è fondamentale. “In generale la forma migliore di prevenzione è stare attenti all’alimentazione, limitando sale, carni rosse, cibi grassi e zuccheri raffinati. Importante poi è fare una vita attiva, con movimento regolare, e ogni tanto sottoporsi a controlli del sangue ed esami strumentali dal proprio medico onde scongiurare anche la tardiva diagnosi di malattie geneticamente trasmissibili come il rene policistico” conclude Lorenz.

Passeggera muore per malore su un volo Ryanair

Un volo Ryanair ORIO AL SERIO -- Una donna di 63 anni di origini calabresi è morta questo ...

E’ morto il cantante bergamasco Peter Barcella

Il cantante bergamasco Peter Barcella NEMBRO -- E' morto all'età di 59 anni Peter Barcella. Il cantante bergamasco è stato ...