iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Incidenti: il governo pensa d’introdurre l’omicidio stradale

Di Redazione29 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I carabinieri accorrono sul luogo di un incidente

I carabinieri accorrono sul luogo di un incidente

ROMA — Sarebbe un bel passo in avanti, di civiltà e giustizia. Il governo pensa di introdurre fra i reati penali quello dell’omicidio stradale, con una pena da 8 a 18 anni, per chi uccide qualcuno mentre è alla guida in stato di ebbrezza per effetto dell’alcol o di sostanze psicoattive. Lo ha reso noto il ministro dei Trasporti, Corrado Passera nel corso di un’audizione alla Commisione trasporti della Camera.

Rispondendo ai deputati, Passera ha poi precisato che “si rende opportuna una riflessione” sull’introduzione dell’omicidio stradale. “E’ un tema – ha sottolineato – che va approfondito guardando al quadro europeo”.

Conduttore Rai condannato a 14 anni per omicidio

Alessandro Cozzi MILANO -- E' stato condannato col rito abbreviato a 14 anni di reclusione Alessandro Cozzi, ...

La Russia approva legge anti-gay

Il Gay pride di Toronto MOSCA, Russia -- Il parlamento nazionale russo (la cosiddetta Duma) ha approvato in terza e ...