iscrizionenewslettergif
Provincia

Locatelli collabora, da Rotondaro spunti utili per le indagini

Di Redazione29 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Pierluca Locatelli

Pierluca Locatelli

BERGAMO — “Spunti utili per le indagini”. Così il giudice per le indagini preliminari di Milano Elisabetta Meyer ha descritto gli interrogatori che hanno portato alla revoca delle misure cautelari in carcere per l’ex funzionario dell’Arpa Giuseppe Rotondaro, indagato per la vicenda delle presunte tangenti fornite dal gruppo imprenditoriale bergamasco di Pierluca Locatelli all’ex vicepresidente del consiglio regionale Franco Nicoli Cristiani per la discarica d’amianto di Cappella Cantone.

A Rotondaro e a Locatelli sono stati revocati i domiciliari. I due sono stati scarcerati visti ”i termini massimi di custodia cautelare”. Locatelli, in particolare, spiega il gip, ha avuto un ”atteggiamento ampiamente collaborativo” e c’è da considerare anche la ”messa in liquidazione delle società del gruppo”.

Per Rotondaro, scrive ancora il giudice per le indagini preliminari, valgono ”le ammissioni di responsabilità e gli spunti investigativi offerti” nell’interrogatorio davanti al pm. I verbali degli interrogatori sono stati secretati.

Canone Rai per pc: ancora bollette in Bergamasca

Ancora bollette per il canone speciale Rai in Bergamasca BERGAMO -- Un busta verde con il marchietto Rai in bella evidenza. La apri, e ...

Sconosciuto al fisco, artigiano nascondeva 170mila euro in cantina

I carabinieri aprono i pacchetti contenenti i soldi BERGAMO -- Da due anni per il fisco non ha dichiarato nulla. Però girava con ...