iscrizionenewslettergif
Politica

Nicoli Cristiani: spunta un tesoretto nascosto da 700mila euro

Di Redazione24 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Franco Nicoli Cristiani

Franco Nicoli Cristiani

BRESCIA — La Procura di Brescia starebbe indagando su un presunto “tesoretto” da 700 mila euro accumulato dall’ex vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia Franco Nicoli Cristiani tra il 2008 e il 2009, all’insaputa dello stesso Popolo della libertà. Lo riferisce l’emittente locale bresciana “Teletutto”.

Si tratterebbe di denaro che Nicoli avrebbe raccolto tramite l’associazione “Amici del Pdl”, da lui stesso creata pochi giorni dopo la nascita dell’omonima associazione fondata da esponenti bresciani del partito per creare un fondo cassa per le spese elettorali.

La Procura di Brescia avrebbe ipotizzato che quei 700 mila euro non siano mai finiti al Popolo della libertà, nonostante le dichiarazioni rese dallo stesso Nicoli ai sostenitori del Pdl.

La magistratura nei giorni scorsi ha ascoltato in qualità di parte lesa gli onorevoli bresciani Viviana Beccalossi e Giuseppe Romele, fondatori della vera associazione “Amici del Pdl”, all’epoca rispettivamente coordinatore e vicecoordinatore del partito. L’ex vicepresidente del consiglio regionale lombardo Franco Nicoli Cristiani è in carcere dallo scorso 30 novembre con l’accusa di corruzione.

Il centrodestra: si parli di “Affittopoli” a porte aperte

Palazzo Frizzoni BERGAMO -- Che senso ha fare una commissione Trasparenza se poi le sedute si svolgono ...

Sondaggi: Pdl in caduta libera, Berlusconi accelera sul partito di centro

Silvio Berlusconi ROMA -- Quando li ha visti ha storto decisamente il naso. A preoccupare in queste ...