iscrizionenewslettergif
Esteri

Fukushima, radioattività alle stelle: zone evacuate “inabitabili”

Di Redazione24 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'incidente alla centrale atomica di Fukushima

L'incidente alla centrale atomica di Fukushima

FUKUSHIMA, Giappone — Alti livelli di radioattività sono stati rilevati nelle zone di evacuazione intorno alla centrale nucleare di Fukushima, con un picco accertato di 470 millisievert all’anno nella città di Futaba.

Stando agli ultimi dati forniti dal ministero dell’Ambiente nipponico, a riassunto di misurazioni effettuate dal 7 novembre al 16 gennaio, diverse letture hanno indicato valori oltre i 50 millisievert annui, pari a un livello considerato inabitabile nello schema di nuova classificazione.

Nel frattempo, l’agenzia di controllo statunitense Usgs (United States Geological Survey) ha spento l’allarme circa il fallout radioattivo prodotto da Fukushima Daiichi è arrivato fino negli Stati Uniti.

Secondo l’ultimo studio, la radioattività prodotta dalla centrale atomica giapponese danneggiata dallo tsunami dell’11 marzo scorso ha avuto impatti minimi negli Usa. Particelle radioattive sono state riscontrate in circa il 20 per cento dei 167 siti campionati dal National atmospheric deposition program (Nadp).

Secondo i calcoli, le particelle radioattive propagatesi nell’atmosfera e sospinte dai venti sono arrivate in tutto il resto del pianeta nel giro di 18 giorni. “I livelli misurati negli Usa – si legge nel rapporto – sono simili a quelli delle settimane immediatamente successive all’ 11 marzo 2011, e sono ben al di sotto di qualsiasi livello di preoccupazione per la salute pubblica”.

Fukushima: colata di cemento sul fondale marino

La centrale atomica di Fukushima FUKUSHIMA, Giappone -- Per evitare ulteriori contaminazioni del mare, la Tepco, società di gestione della ...

Russia, Putin frena sull’attacco all’Iran

Vladimir Putin MOSCA, Russia -- Il primo ministro russo Vladimr Putin si è detto preoccupato per la ...