iscrizionenewslettergif
Economia

Licenziare i fannulloni: scontro Confindustria-sindacati

Di Redazione22 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Scontro a muso duro fra la Camusso e Emma Marcegaglia

Scontro a muso duro fra la Camusso e Emma Marcegaglia

ROMA — Il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, attacca il sindacato che “protegge assenteisti cronici, ladri e fannulloni sul posto di lavoro”.

Le aziende vogliono “poter licenziare”, mantenendo l’articolo 18 per i soli licenziamenti discriminatori. Il sindacato non ci sta e la risposta della Cgil è immediata: “Sono affermazioni non vere che offendono il ruolo del sindacato confederale. Le smentisca”, chiede subito la confederazione da Twitter.

“La trovo offensiva”, aggiunge poco dopo il leader Susanna Camusso. Non tarda anche la reazione di Cisl e Uil: oggi più che mai serve un “linguaggio responsabile”, avverte Raffaele Bonanni. E comunque “non li abbiamo mai difesi. Noi abbiamo sempre tutelato i lavoratori onesti”, tiene a sottolineare, come fa allo stesso modo Luigi Angeletti che, anzi, domanda: “Gli imprenditori possono dire altrettanto?”.

Le affermazioni della Marcegaglia – su cui poi lei stessa in serata ha precisato che non c’é una mancanza di fiducia e rispetto nei sindacati confederali – gettano benzina su una trattativa, difficile e in pieno corso, sulla riforma del mercato del lavoro.

Fisco e tasse, ecco cosa cambia col nuovo decreto

Ecco cosa cambia sulle tasseROMA -- E' in dirittura d'arrivo il decreto per la semplificazione fiscale. Il governo lo ...

Innovare per competere: 200 iscritti al seminario Federmanager

Da sinistra, Paolo Crippa (Jacobacci e Partners), Diego Macario (vicepresidente Federmanager Bergamo) e Paolo Colombo (Ansys Italia) BERGAMO -- Sono 200, tra dirigenti industriali e imprenditori, i professionisti iscritti alla seconda edizione ...