iscrizionenewslettergif
Provincia

Bergamasco morto a Cuba: travolto dal crollo di una trave?

Di Redazione21 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Polizia cubana

La Polizia cubana

BERGAMO — Mentre da Cuba non è arrivato ancora alcun chiarimento sulla misteriosa morte di Roberto Avelli che si trovava in vacanza nell’isola caraibica, il quotidiano l’Eco di Bergamo avanza una nuova ipotesi: il falegname bergamasco di 41 anni sarebbe morto per il crollo di una trave.

Il giornale riporta la testimonianza di un giornalista di Holguin, secondo il quale Avelli, al momento della morte, si trovava in un vecchio edificio dedicato al rilascio di permessi per l’espatrio di stranieri e cubani.

Nel palazzo, fatiscente, ci sarebbe stato un crollo che ha coinvolto anche il falegname di Mozzanica, uccidendolo sul colpo. Nell’incidente, riporta sempre il quotidiano, sarebbe rimasto ferito anche un cittadino spagnolo, ricoverato in gravi condizioni all’ospedale locale.

Nel frattempo, nulla è ancora trapelato dall’autopsia disposta dalle autorità cubane. Né il sindaco di Mozzanica, Massimo Alloni, che mantiene i contatti sia con la famiglia che con l’Ambasciata italiana a Cuba, nè la Farnesina, sono stati ancora informati degli esiti.

Imu: stangata da 40 milioni sulle aziende agricole lombarde

Stangata in arrivo per gli agricoltori BERGAMO -- Circa 40 milioni di euro. E' l'impatto dell'Imu sulle aziende agricole stimato dalla ...

Segrate, rifiuti pericolosi sepolti nei terreni dell’ex dogana

L'area sottoposta a sequestro SEGRATE -- Avrebbero trasformato l'area in una discarica illecita di rifiuti speciali. E' questa l'accusa ...