iscrizionenewslettergif
Salute

Alzheimer: il rischio si abbassa dormendo

Di Redazione21 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il legame tra riposo e Alzheimer

Il legame tra riposo e Alzheimer

​Il rischio di sviluppare l’Alzheimer si abbassa grazie a numerose ore di riposo. Lo sostiene uno studio della University School of Medicine di Saint Louis che sarà presentato al meeting dell’American Academy of Neurology a New Orleans.

La ricerca mette in evidenza una correlazione tra la formazione di placche di betamiloide, cioè la proteina responsabile della malattia, e un sonno agitato. Monitorati 100 pazienti tra 45 e 80 senza sintomi della malattia, dei quali la metà aveva un familiare colpito da Alzheimer, è emerso che chi aveva avuto un riposo incostante mostrava un rischio 5 volte superiore di ammalarsi di Alzheimer rispetto a chi aveva dormito tranquillamente e per più ore.

Non sono ancora chiari i motivi dell’associazione tra sonno e Alzheimer, ma, spiegano i ricercatori: “Sarà necessario ora comprendere se le modifiche del sonno possano aiutarci a riconoscere l’inizio del declino cognitivo”.

Tumore seno: prevenzione dalla verdura

Dieta ricca di verdura contro il cancro al seno La verdura riduce il rischio di sviluppare il tumore al seno. In particolare è particolarmente ...

Prevenire Alzheimer e Parkinson con meno cibo

Cibo e malattie neurodegenerative Per proteggere il cervello dalle malattie neurodegenerative come Alzheimer e Parkinson occorre mangiare meno. La ...