iscrizionenewslettergif
Sport

Scialpinismo: Lanfranchi tenta il colpaccio al Memorial Castelletti

Di Redazione16 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Pietro Lanfranchi (Foto Selvatico)

Pietro Lanfranchi (Foto Selvatico)

CLUSONE — Cresce la febbre da scialpinismo sulle Orobie. In vista del Memorial Castelletti, gara individuale valevole come quarta tappa del circuito di Coppa Italia 2012, gli uomini di Sci Club 13 e Cai Clusone stanno lavorando a ritmi serrati per quello che si preannuncia un fine settimana di sciate in fuori pista con i big della nazionale italiana al gran completo.

“Domani a Bergamo terremo la presentazione stampa ufficiale con le autorità locali e un testimonial d’eccezione come l’azzurro Pietro Lanfranchi – ha esordito il numero uno dello Sci Club 13 Rino Calegari -. Nel frattempo i tracciatori sono all’opera per gli ultimi lavori di rifinitura su un percorso che si presenta bello, tecnico e spettacolare. Approfittando della collaborazione con la società impianti di Colere si è infatti riusciti a predisporre due itinerari, uno senior e uno giovani, all’altezza della situazione e fruibili dal pubblico che ci aspettiamo numeroso”.

Entrando nei dettagli, Calegari ha proseguito: “Entrambe le gare partiranno a Colere alla base degli impianti e termineranno in località Polzone, vicino all’arrivo della seggiovia. Ciò per permettere agli appassionati di seguire varie fasi della competizione senza troppi disagi. Se la prova giovani avrà uno sviluppo di circa 8km con un dislivello positivo di 1040 spalmato su tre salite – una di questa con breve tratto a piedi -, quella senior sarà molto più articolata”.

Messa in archivio la prima e muscolare ascesa da 557 m di dislivello, equamente suddivisi tra pista e stradina innevata, gli atleti saranno attesi al primo cambio pelli: “Faranno 213 m di discesa veloce per poi rimettersi in assetto da salita e affrontare altri 768 m con tratto a piedi prima dell’ultimo strappo verso il rifugio Albani e il Nido Dell’Aquila”. Giunti a questo punto gli amanti della discesa avranno di che gioire: “Abbiamo previsto 573m ben innevati e in campo aperto dove chi avrà le gambe potrà fare la differenza in vista delle due ultime salite”.

Difficile azzardare un pronostico attendibile: “Le iscrizioni non sono ancora chiuse, ma possiamo già confermare la presenza di campioni di prim’ordine ha concluso Calegari -. Ai nastri di partenza avremo il campione europeo team Manfred Reichegger con i compagni di club Denis Trento e Matteo Eydallin, senza dimenticare il nostro Lanfranchi. Di queste ore è inoltre la conferma del giovane Michele Boscacci; mentre al femminile per il momento abbiamo atlete di spicco come Gloriana Pellissier e Laura Besseghini”.

Gol di Marilungo, l’Atalanta batte il Genoa 1-0

Una fase della partita BERGAMO -- Con una rete di Marilungo subentrato nel secondo tempo a Gabbiadini, l'Atalanta batte ...

Sputi al quarto uomo: 30mila euro di multa all’Atalanta

L'allenatore dell'Atalanta Stefano Colantuono BERGAMO -- Brutte notizie sul versante disciplinare. Il giudice sportivo di serie A, che ha ...