iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Troppi cesarei in Italia: Balduzzi chiama i Nas

Di Redazione13 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Parto cesareo

Parto cesareo

Troppi parti cesarei in Italia. Mentre l’Organizzazione Mondiale della Sanità indica che la media dovrebbe restare intorno al 15 per cento, il nostro Paese registra un’incidenza del 38,2 per cento. Per capire il fenomeno il Ministro della Salute Renato Balduzzi ha attivato i carabinieri dei Nas per dare avvio a controlli a campione nelle strutture sanitarie pubbliche e private.

L’intervento di Balduzzi è stato apprezzato dal presidente della Commissione d’inchiesta sul SSN, Ignazio Marino: “La Commissione d’inchiesta che presiedo denuncia un abuso del ricorso al parto cesareo in Italia”.

Ta i motivi dell’abuso del parto per via chirurgica, in primis la motivazione economica: un taglio cesareo viene infatti pagato alle singole realtà ospedaliere come intervento in sala operatoria, cioé una cifra nettamente superiore rispetto a quella corrisposta per un parto naturale. Inoltre, nella metà dei punti nascita avvengono meno di 500 parti all’anno e ciò determina una minore sicurezza al parto naturale e una maggiore propensione al cesareo da parte dei medici.

Ora i Carabinieri dei Nas acquisiranno fotocopia della cartella clinica e della documentazione ecografica della paziente per valutare “possibili ipotesi di comportamenti opportunistici dolosi”.

Rosolia in gravidanza: in Italia è ancora allarme

Rosolia e gravidanza E' ancora allarme rosolia in Italia. A richiamare l'attenzione su questa malattia è l'Associazione dei ...

Milano, record di mamme magre e bimbi allergici

Milano, record di allergie e mamme snelle A Milano è record europeo per mamme snelle e bimbi allergici. A spiegarlo è Alessandro ...