iscrizionenewslettergif
Bergamo

Fatture false: 33 denunciati fra Bergamo e Brescia

Di Redazione13 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Guardia di finanza in azione

La Guardia di finanza in azione

BERGAMO — La Guardia di finanza ha scoperto una frode fiscale che vede coinvolte 33 persone fra le province di Bergamo e Brescia.

Ad architettarla due imprenditori di Bienno e Pisogne che insieme avevano gestito tra il 2006 ed il 2011 due società formalmente operanti nel settore dei rottami ferrosi ma il realtà “cartiere” produttrici di fatture false.

I controlli sulle due aziende hanno consentito ai militari di scoprire documentazione contabile falsa per 170 milioni di euro ed un’evasione dell’Iva per 600mila euro. In tutto sono state controllate 30 imprese tra le due province.

Trentatré le persone denunciate a vario titolo per reati che vanno dall’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati fiscali, all’emissione e annotazione di fatture false fino alla frode fiscale.

Vandalismi: distrutti 8 finestrini del regionale Milano-Bergamo

Un treno regionale BERGAMO -- Nuovo atto vandalico a danno di un treno. Persone non identificate hanno rotto ...

Camera Commercio: 5 bandi per piccole e medie imprese

La Camera di Commercio di Bergamo BERGAMO -- Cinque nuovi bandi in arrivo dalla Camera di Commercio di Bergamo le piccole ...