iscrizionenewslettergif
Italia

Ragazzini ubriacano una coetanea e la violentano

Di Redazione3 febbraio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La polizia

La polizia

VERONA — Hanno ubriacato una coetanea e poi ne hanno abusato sessualmente. E’ una bruttissima vicenda quella che arriva da Verona e che vede protagonisti ragazzini di 13 e 14 anni.

Secondo quanto reso noto dalla questura di Verona, la ragazzina è uscita da scuola alle 14 e ha informato la madre che sarebbe rimasta in città con una sua amica per poi fare rientro a casa verso le 18. In realtà, si era accordata con due amici coetanei per vedersi in centro città.

La ragazzina è stata invitata ad ascoltare un po’ di musica e bere qualcosa all’interno di un esercizio commerciale di proprietà del padre di uno dei due amici, locale che quel pomeriggio era chiuso al pubblico. Poi, una volta ubriacata, la giovane è stata violentata da uno dei due, mentre l’altro non riusciva nell’intento.

“Nello stordimento – hanno spiegato gli agenti della questura – con la fatica di tenere gli occhi aperti, la ragazza ricorda di essere stata anche fotografata allo scopo di versare su Facebook le relative immagini e vantarsi dell’impresa; circostanza questa in corso di verifica da parte degli investigatori”.

I due ragazzi, uno dei quali non imputabile in quanto tredicenne, sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Venezia per violenza sessuale aggravata e a carico loro sono state effettuate delle perquisizioni con il successivo sequestro di telefonini, computer e chiavette di memoria che verranno analizzate proprio per verificare l’eventuale presenza di foto o filmati.

Sorprende la moglie con foto hard e scoppia la rissa

Episodio boccaccesco a Viterbo VITERBO -- Quelle ore che la moglie passava al computer, in piena notte, lo insospettivano. ...

La neve mette in ginocchio la capitale: Roma paralizzata

La neve a Roma ROMA -- Il Comune di Roma ha deciso la chiusura di tutti gli uffici pubblici. ...