iscrizionenewslettergif
Politica

Stipendi degli onorevoli: ma quale taglio, c’è il trucco

Di Redazione31 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il parlamento

Il parlamento

ROMA — Hanno cercato di farlo passare come un taglio ai costi della politica. Milletrecento euro lordi in meno (700 netti) per lo stipendio dei parlamentari poteva sembrare dovuto nei confronti dei cittadini spremuti dalle manovre. In realtà, quel taglio è del tutto “virtuale”.

Non si tratta infatti di una riduzione di stipendio, come proclamato in pompa magna dai telegiornali nazionali, bensì di un mancato aumento che, visti i tempi che corrono, avrebbe provocato un’insurrezione popolare.

Ieri pomeriggio l’ufficio di presindenza della Camera aveva annunciato, con un comunicato, la sforbiciata alle buste paga dei parlamentari: “I deputati guadagneranno 1.300 euro lordi in meno (circa 700 netti), un taglio che sarà anche maggiore per gli onorevoli che svolgono un doppio incarico come i presidenti di commissione”, riportavano le agenzie citando fonti di Montecitorio. La decisione, spiegava il vicepresidente della Camera Buttiglione, sarà “immediatamente operativa”. Sembrava una notizie sacrosanta. In realtà, se si leggono le norme con attenzione, pare tanto il gioco delle tre carte.

Sì perché la presunta riduzione arriva contemporaneamente al passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo dei deputati. Passaggio che, senza modifiche, avrebbe portato a un aumento del netto in busta paga per gli onorevoli, visto che i contributi previdenziali non sarebbero stati tassati, a differenza dei vitalizi validi fino a ieri, che entravano nell’imponibile.

E così l’ufficio di presidenza decideva di “tagliare” 1.300 euro lordi alle indennità. Un taglio virtuale, perché invero lo stipendio netto in busta paga resterà lo stesso, anche se lo Stato risparmierà qualche soldo.

Rimpasto in Regione, Il Giornale: Raimondi rischia l’assessorato

Marcello Raimondi MILANO -- Nonostante fonti attendibili lo diano per stabile al suo assessorato, Marcello Raimondi sarebbe ...

Fli: Matteo Carollo commissario provinciale

Matteo Carollo BERGAMO -- Cambio al vertice per la sezione locale di Futuro e Libertà. Dopo l’uscita ...