iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Fisco, controlli alla movida: incassi cresciuti del 44 per cento

Di Redazione31 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I controlli della Guardia di finanza in centro Milano

I controlli della Guardia di finanza in centro Milano

MILANO — Con gli uomini dell’agenzia delle entrate nei paraggi, gli incassi registrati nei locali della “movida” milanese sono aumentati del 44 per cento rispetto al sabato precedente. Lo rivela l’Agenzia delle entrate stessa.

Dopo aver piazzato i funzionari accanto alla cassa, per controllare l’emissione di scontrini fiscali, l’Agenzia ha rilevato addirittura un caso in cui i ricavi sono cresciuti del 200 per cento.

I funzionari del fisco hanno controllato ristoranti, pub, bar e discoteche di Brera, della zona Navigli, di piazza San Babila e di Corso Como. Sabato scorso non uno scontrino fiscale è stato omesso. I controlli hanno evitato, per una sera, l’evasione fiscale, ma hanno anche consentito di scoprire diverse irregolarità.

In 55 esercizi, per esempio, sono stati riscontrati il mancato aggiornamento dei registri dei corrispettivi e incongruità con le dichiarazioni presentate ai fini degli studi di settore (per esempio, numero dei beni strumentali comunicati: tavoli, sedie, grandi elettrodomestici). In 33 locali sono stati riscontrati anche 116 lavoratori in nero.

Concordia: tutti i “veleni” nella pancia della nave

La Concordia spinta dal mare mosso ISOLA DEL GIGLIO -- Ci sono tonnellate di "veleni" per il mare, a bordo dalla ...

La Francia allunga la vita alle vecchie centrali nucleari

Una centrale nucleare PARIGI, Francia -- La Corte dei Conti di Parigi ha stabilito che l'azienda energetica francese ...