iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Timbrano il cartellino per gli assenti: pizzicati dalle Iene

Di Redazione27 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un fotogramma del video girato dalle Iene

Un fotogramma del video girato dalle Iene

ROMA — C’è chi timbra il cartellino e poi va via, o chi timbra facendo un favore all’amico non c’è. Un’inchiesta delle Iene, ha mostrato come in certi uffici comunali della Capitale, diversi dipendenti pubblici, fatti salvi i casi di permessi regolarmente presi, sono soliti timbrare il cartellino d’entrata e poi allontanarsi dal posto di lavoro.

Qualcuno se ne va per fare colazione, altri per sbrigare commissioni personali come andare al supermercato, in farmacia o in banca. La Iena sottolinea, inoltre, come tra i dipendenti, alcuni “beggiano” due o tre cartellini simultaneamente.

Certo se l’insegnamento deve venire dall’alto stiamo freschi. Ricordate i famosi pianisti in parlamento? Anche loro votavano con il cartellino di un collega, facendo incassare all’amico il gettone di presenza anche se non c’era. Belpaese.

Non paga l’Irap: pignorati 6 appartamenti a Luca Laurenti

Luca Laurenti MILANO -- Guai con il fisco per lo showman Luca Laurenti. Equitalia ha disposto il ...

Violenta ragazza per strada: arrestato 38enne sotto sorveglianza

Un'altra terribile violenza sessuale CAGLIARI -- Un uomo di 38 anni, Giancarlo Porcu, è stato arrestato per aver stuprato ...