iscrizionenewslettergif
Politica

Fuga di dati dal Pdl: gli iscritti pensano a un esposto alla magistratura

Di Redazione26 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nuova grana nel Pdl in vista del congresso

Nuova grana nel Pdl in vista del congresso

BERGAMO — Rischia di finire nel penale la vicenda della “fuga” dei numeri di cellulare degli iscritti al Pdl di Bergamo. Alcuni tesserati stanno valutando l’ipotesi di un esposto alla magistratura per denunciare la grave violazione della propria privacy in seguito alla diffusione illecita degli elenchi dei tesserati al partito, su cui erano riportati dati sensibili.

Chi abbia diffuso quegli elenchi e come ne sia entrato in possesso è tuttora al centro di una discussione interna al partito, anche se alcuni indizi sarebbero già emersi.

Certo è che numerosi iscritti al Pdl sono concordi nell’intenzione che vada perseguita la ricerca del responsabile e, qualora venga individuato, si provveda al ricorso alla magistratura, oltre che a procedere all’espulsione del colpevole (o dei colpevoli) dal partito.

La vicenda arriva in un clima precongressuale già tesissimo. E potrebbe avere riflessi sugli equilibri interni in vista del congresso.

LEGGI ANCHE
Fuga di dati sensibili e cellulari: nuova grana nel Pdl

Formigoni prende le distanze da Minetti, Nicoli e Ponzoni

Roberto Formigoni MILANO -- Nicole Minetti “non doveva essere candidata”. Parola di Roberto Formigoni che dopo aver ...

Misiani (Pd): necessaria riforma legge sul servizio civile

Antonio Misiani BERGAMO -- "Raccolgo l'invito a collaborare affinchè la grave situazione sia risolta al più presto. ...