iscrizionenewslettergif
Bergamo

Violenza sessuale sulla figlia: 48enne condannato a 8 anni

Di Redazione25 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tribunale di Bergamo

Il tribunale di Bergamo

BERGAMO — Un uomo di 48 anni residente in Bergamasca è stato condannato dal tribunale di Bergamo a 8 anni di carcere e la perdita della patria potestà per aver abusato sessualmente della figlia per 7 anni.

La bruttissima vicenda è cominciata nel 2002 quando la ragazzina aveva 8 anni, praticamente una bambina. Ed è proseguita fino al 2009, quando l’allora 15enne ha deciso di vuotare il sacco.

Secondo la testimonianza della ragazzina, le violenze sarebbero avvenute prima in casa, poi in un albergo dove il padre alloggiava in seguito alla separazione dalla moglie avvenuta nel 2004.

Palpeggiamenti e molestie sempre più gravi sarebbero cominciate l’anno dopo, quando il padre separato andava a trovare le figlie e abusava morbo sempre della stessa. L’uomo, accusato di violenza sessuale, è stato condannato anche a un risarcimento provvisionale di 30mila euro.

Multe annullate per 100mila euro: chi risarcirà il danno al Comune?

Moto della Polizia locale BERGAMO -- Un ammanco di 100mila euro nelle casse comunali. In periodo di vacche magre, ...

Rapina da 15mila euro alla Banca Agricola Mantovana

Una volante della Polizia BERGAMO -- Due uomini incappucciati hanno portato a termine con successo una rapina alla Banca ...