iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Primo Piano

Schettino intercettato: la nave s’inclinava, ho preso e sono sceso

Di Redazione25 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Costa Concordia

La Costa Concordia

ISOLA DEL GIGLIO — Pizzicato dalla intercettazioni telefoniche, il comandante della Costa Concordia Francesco Schettino rivela alcuni particolari importanti e penalmente rilevamenti sulla serata che portò la nave a al naufragio.

Schettino viene intercettato dagli inquirenti mentre si trova in procura. Al telefono con un amico racconta: “Per dar retta al manager, passa da lì, passa da lì… Qualcun altro al posto mio non sarebbe stato così benevolo a passare lì sotto, perchè mi hanno rotto il c…, passa di là, passa di là. La secca c’era, ma non era segnalata dagli strumenti che avevo e ci sono passato”.

Il comandante ammette: “Quando ho capito che la nave si stava inclinando ho preso e sono sceso. Sono tornato indietro a prendere la radio, ho controllato che la nave si assestasse in mezzo agli scogli”. Schettino si sente con la coscienza a posto: “Ho fatto tra virgolette non so se definirla un’imprudenza, ma comunque nei limiti della mia consapevolezza. Lo squarcio è stato immenso, ci stava uno spuntone di roccia, poi tutto quello che è successo da quel momento l’ho fatto nel massimo della mia professionalità e questo potrebbe alleviare o quantomeno dare l’illusione di stare in pace con la coscienza”.

Concordia: comincia lo svuotamento dei serbatoi

La Costa Concordia ISOLA DEL GIGLIO -- Cominceranno questa mattina le operazioni di svuotamento dei serbatoi della Costa ...

La Costa accusa Schettino: voleva concordare una versione per le autorità

L'enorme ferita nella Costa Concordia ISOLA DEL GIGLIO -- Il comandante della Costa Concordia Francesco Schettino "voleva condividere con me ...