iscrizionenewslettergif
Fotonotizie

Recuperata la Santella di San Carlo Borromeo

Di Redazione23 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

BERGAMO — La Santella di San Carlo Borromeo, luogo di devozione ubicato in un suggestivo angolo di Bergamo, tra l’antico vicolo San Carlo e la scaletta che sale verso il colle della città alta, è stata recuperata grazie all’intervento della famiglia Sestini che ha sovvenzionato l’opera di restauro. Così, un pezzetto di storia della città, che ricorda il passaggio a Bergamo del vescovo di Milano Carlo Borromeo, santo che diede nuova vita alla chiesa Lombarda, è stato recuperato dal degrado e riportato alla sua antica funzione originale.

Oggi (venerdì 20 gennaio), alla presenza della famiglia Sestini, l’architetto Marcello Ambrosioni, responsabile dei lavori – durati poco più di tre mesi – ha presentato il restauro dell’edicola votiva, soffermandosi in particolare sul dipinto, che era quasi invisibile prima del recupero, raffigurante San Carlo Borromeo, San Filippo Neri, San Luigi Gonzaga e Sant’Agnese che contemplano la Vergine, tutti Santi legati alla cura della gioventù.

La Santella è stata poi benedetta da Monsignor Giovanni Carzaniga, parroco di Sant’Alessandro in Colonna, che ha particolarmente ringraziato Roberto Sestini e la famiglia per il gesto di amore prodotto nei confronti della città e della sua comunità.

Anche il vicesindaco, Gianfranco Ceci, ha messo in risalto la generosità della famiglia Sestini ringraziandola a nome del Comune per l‘opera di sostegno, in una fase economica in cui tutte le amministrazioni pubbliche devono essere particolarmente attente alle spese.

Draghi pizzicato al telefonino e senza cinture

Mario Draghi pizzicato al telefonino e senza cintureROMA -- Il presidente della Bce Mario Draghi è stato paparazzato al volante della sua ...

L’ultimo saluto del Cai a Mario Merelli

fotoBERGAMO -- “Un grande alpinista e figlio della terra bergamasca che ha realizzato numerose imprese ...