iscrizionenewslettergif
Valbrembana

Circolo culturale nascondeva locale a luci rosse: 80 indagati

Di Redazione23 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una prostituta

Una prostituta

ZOGNO — Sono ottanta le persone finite nell’inchiesta della magistratura sul circolo culturale Royal Club di San Pellegrino, posto sotto sequestro perché nascondeva un giro di prostituzione.

Il blitz dei carabinieri, che ha posto fine all’attività illecita, è avvenuto domenica mattina in viale delle Vittorie. Il locale da tempo era stato messo sotto osservazione dai militari. Intorno alle 4 del mattino i carabinieri sono entrati nel circolo e hanno trovato una cinquantina di persone. Fra loro una ventina di ragazze, italiane e dell’Europa dell’est che, oltre a far da ballerine, eseguivano prestazioni sessuali a pagamento.

Nel circolo, i militari hanno scovato otto privé dove le ragazze si appartavano con i clienti. Individuato anche il tariffario delle ragazze, tutte maggiorenni e consenzienti. Gli “avventori” erano bergamaschi ma non solo. Il circolo era molto frequentato anche da persone provenienti dal resto della Lombardia e dal Piemonte.

Durante i diversi appostamenti nel locale, dentro cui si entrava solo attraverso una tessera d’iscrizione, i carabinieri hanno effettuato anche riprese video con telecamere nascoste. La documentazione è stata messa a disposizione degli inquirenti. Il pubblico ministero Giancarlo Mancusi che ha coordinato l’indagine, ha avanzato l’ipotesi di reato di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione.

Fa esplodere petardi: ragazzino di Serina ustionato al volto

Un petardo SERINA -- Un ragazzino bergamasco di 13 anni è rimasto ustionato dopo aver fatto esplodere ...

Il Cai piange la scomparsa di Enzo Ronzoni

Enzo Ronzoni PIAZZA BREMBANA -- "Un inaudito e inimmaginabile destino ha fermato il cuore del nostro prezioso ...