iscrizionenewslettergif
Sport

Juve troppo forte: l’Atalanta perde ancora per 2-0

Di Redazione22 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Raimondi e Cigarini contrastano Vucinic

Raimondi e Cigarini contrastano Vucinic

BERGAMO — Vince la squadra più forte. Non di giornata, s’intenda, ma dell’intero campionato: Juventus 2 Atalanta 0 all’Atleti Azzurri d’Italia e per quanto si è visto sul terreno di gioco il punteggio non fa una grinza. Troppo forti i giocatori allenati da Antonio Conte, troppo grnade il divario visto in campo tra le due squadre per commentare in modo diverso una sconfitta onorevole ma indiscutibile subita dall’Atalanta.

Colantuono tiene fede alle indicazioni della vigilia e per Raimondi arriva l’esordio in casa nella massima serie con la maglia dell’Atalanta. Moralez fa coppia con Denis, Stendaro siede in panchina e Brighi (nonostante la convicazione) finisce in tribuna.

Conte sceglie Matri e De Ceglie al posto di Borriello e Bonucci, la Juventus si presenta con Pepe e Vucinic ai lati dell’attaccante ex Cagliari e dietro giocano Barzagli e Chiellini nella zona di German Denis.

Primo tempo assolutamente spettacolare quello andato ins cena al Comunale di Bergamo: la Juventus tiene in mano il pallino del gioco, colpisce un palo con Barzagli (11’) e un atraversa con Vidal(41’) mettendo sul taccuino almeno altre 4 nitide palle gol (Matri al 2’, Vucinic al 12’, Barzagli al 36’ e Pepe al 39’) e chiudendo incredeibilmente sullo 0-0.

L’Atalanta ha il grande merito di tenere fino alla fine con grande spirito di abnegazione, i nerazzurri in un paio di occasioni riescono anche a proporre manovre interessanti ma Schelotto (14’) e soprattutto Denis (44’ su cross di Moralez con un destro al volo di rara potenza) falliscono occasioni importanti.

Nella ripresa si compie ciò che è più giusto, la Dea subisce da Lichtsteiner(54’) e Giaccherini (81’) due gol ben costruiti prima da Pirlo e poi da Marrone, i nerazzurri non riescono mai a riproporsi con pericolosità e alla fine devono cedere per la terza volta consecutiva con il punteggio di 2-0 all’avversario. Unica differenza? Lo spessore: questa Juve è la più forte di tutte.

 

ATALANTA – JUVENTUS 0-2

Reti: 54’ Lichtsteiner(J), 81’ Giaccherini(J)

ATALANTA: Consigli, Raimondi, Manfredini, Ferri, Peluso, Schelotto (76’ Ferreira Pinto), Cigarini, Padoin, Bonaventura (61’ Marilungo), Moralez (82’ Gabbiadini), Denis. All. Colantuono

JUVENTUS: Buffon, Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, De Ceglie, Vidal, Pirlo, Marchisio (46’ Giaccherini) , Pepe (68’ Marrone), Matri, Vucinic (86’ Bonucci). All. Conte

Ammoniti: Raimondi(A), Lichtsteiner (J), Marilungo(A)

Fabio Gennari

Calcioscommesse: 41 nuovi indagati. Per Doni obbligo di firma

Cristiano Doni BERGAMO - Giornata intensa quella vissuta in casa Atalanta. Tra passato (Doni), presente (Masiello) e ...

Raimondi il migliore, che fine ha fatto Padoin?

Padoin BERGAMO – Cristian Raimondi si, Simone Padoin no. Sono forse questi i due spunti più ...