iscrizionenewslettergif
Primo Piano

La Costa Concordia si sposta di un metro e mezzo verso l’abisso

Di Redazione19 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Costa Concordia

La Costa Concordia

ISOLA DEL GIGLIO — La Costa Concordia si è spostata di un metro e mezzo verso l’abisso. Lo hanno rilevato gli esperti che stanno lavorando sulla nave naufragata venerdì scorso fuori dal porto dell’Isola del Giglio, che porta nella sua pancia 2300 tonnellate di carburante.

Il movimento registrato dagli strumenti ha fatto scattare l’immediata sospensione di tutte le attività di ricerca e soccorso e i primi a farne le spese sono stati i palombari della Marina che avrebbero dovuto far esplodere altre quattro microcariche per aprire altrettanti varchi nella chiglia della nave.

Per tutto il giorno i soccorritori hanno controllato i monitor dei computer che registravano i dati delle strumentazioni sottomarine, nella speranza che fossero errati e si potesse riprendere il lavoro. E invece il responso, alle otto di sera, è stato chiaro: la poppa della Concordia ha ruotato di circa un metro e mezzo verso il largo, mentre la prua si è mossa nella direzione opposta di poco più di un metro.

Numeri ridotti per un bestione di 114mila tonnellate di peso e 290 metri di lunghezza ma oltremodo pericolosi: “La rotazione significa che la nave non poggia più su una base ma su un perno” ha confessato a denti stretti uno degli esperti che deve valutare la stabilità del gigante. E un perno è qualcosa di instabile che non consente ai soccorritori di agire in sicurezza dentro il ventre sconquassato della Concordia, con una visibilità praticamente nulla.

Le previsioni del tempo non sono incoraggianti. A partire da oggi il mare si ingrosserà. Prima arriverà il Libeccio, ma il punto dove é naufragata la Concordia è riparato dai venti di sud-ovest. Venerdì mattina invece toccherà al maestrale con onde di tre, quattro metri. “Se il mare arriva fino forza 9 – dicono i soccorritori – potrebbe spezzare in due la nave e provocare un ulteriore disastro, ma significa una bufera con onde alte dieci metri. E fortunatamente al momento non è prevista. Dunque l’obiettivo è trovare i morti”.

La Concordia scivola ancora: interrotte le ricerche

La Concordia si è spostata anche stamattina ISOLA DEL GIGLIO -- La Costa Concordia si è mossa ancora. Sospinta dal mare mosso, ...

Concordia: non era clandestina la ragazza in plancia con Schettino

La ragazza a cena con il capitano ISOLA DEL GIGLIO -- E' stato chiarito in mattinata il mistero della ragazza moldava che ...