iscrizionenewslettergif
Valseriana

Merelli: tragedia provocata dal distacco di un masso

Di Redazione18 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mario Merelli

Mario Merelli

VALBONDIONE — Ci sarebbe il distacco improvviso di un masso all’origine della tragedia che ha tolto la vita all’alpinista bergamasco Mario Merelli questa mattina sul Pizzo Redorta, sopra Valbondione, in territorio valtellinese.

La dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio. Dalle prime informazioni è emerso che Merelli stava scalando con l’ex presidente del Cai di Bergamo Paolo Valoti. I due erano impegnati in un canalino che porta al pizzo Scais. L’incidente sarebbe avvenuto a circa 3000 metri di quota.

Sempre secondo la primissima ricostruzione, pare che Merelli fosse dietro Valoti, aggrappato alla parete. Il masso che lo sosteneva avrebbe ceduto, facendo precipitare l’alpinista bergamasco per 300 metri.

Valoti ha subito allertato i soccorsi con un telefono cellulare. Sul posto è intervenuto l’elisoccorso del 118, ma all’arrivo dei medici l’alpinista era già deceduto. Il corpo di Merelli è stato recuperato con il verricello.

La moglie Mireia Giralt, che si trovava a Barcellona, in Spagna, è stata avvertita telefonicamente della disgrazia in mattinata.

Lizzola, vendita neve: gli abbonati alle piste protestano

Lizzola da una webcam Spett.le redazione, sono a scrivere questa lettera dopo aver seguito in questi giorni la polemica innescata ...

Sabato i funerali dell’alpinista Mario Merelli

Mario Merelli LIZZOLA -- Si terranno sabato 21 gennaio, alle 14.30 nella chiesa di San Bernardino a ...