iscrizionenewslettergif
Val Cavallina

Presi i tre nomadi che aggredirono il cuoco di Entratico

Di Redazione16 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I carabinieri in azione

I carabinieri in azione

TRESCORE — La caccia è durata un mese e mezzo. Sono stati arrestati nelle scorse ore i tre nomadi accusati di aver aggredito, il 30 dicembre scorso, il cuoco di un ristorante di Entratico, riducendolo in fin di vita.

I tre, tutti fra i 23 e i 31 anni, sono italiani. Due sono fratelli, tutti incensurati e vivono nel campo nomadi di Trescore Balneario. I carabinieri li hanno arrestati questa mattina con un blitz nel campo.

I giovani sono accusati lesioni personali gravissime per aver aggredito un cuoco di 56 anni di Costa Mezzate che era intervenuto per sedare gli animi dei tre, palesemente ubriachi, che pretendevano di andarsene senza pagare il conto.

Uno dei nomadi aveva colpito con un pugno al volto il cuoco. Il poveretto era caduto a terra battendo la testa e finendo ricoverato in ospedale in coma farmacologico.

I tre sono inchiusi nel carcere di Bergamo.

Imprenditore muore schiacciato dall’escavatore

L'elicottero di soccorso ZANDOBBIO -- Tragedia sul lavoro oggi a Zandobbio. Il titolare dell'azienda Tebaldi che si occupa ...

Intossicato dalla stufetta: marocchino in gravi condizioni

L'ambulanza BERGAMO -- Un marocchino di 50 anni si trova ricoverato in gravi condizioni dopo essere ...