iscrizionenewslettergif
banner-per-bergamoseragif
Primo Piano

Mare mosso, la Concordia scivola di 9 centimetri verso l’abisso

Di Redazione16 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il mare mosso sposta la Concordia

Il mare mosso sposta la Concordia

ISOLA DEL GIGLIO — Con il peggiore delle condizioni del mare si fanno più difficile le operazioni di soccorso attorno alla Costa Concordia, adagiata fuori dal porto dell’isola del Giglio, dopo il drammatico naufragio di venerdì scorso.

La nave si trova su un gradino che guarda su un abisso di 70 metri. Per questo crescono i timori di un possibile slittamento dello scafo. A causa del mare mosso la nave ha cominciato a muoversi dalla posizione in cui si era incagliata. Il coordinamento dei soccorsi ha sospeso le ricerche e evacuato subito i sub di vigili del fuoco e capitanerie. Al momento la nave si è spostata di 9 centimetri sulla verticale e 1,5 in orizzontale.

L’allarme che ha fatto scattare l’ordine di evacuazione dei vigili del fuoco “è scattato alle ore 11,38”, quando “sono stati ravvisati rumori di fondo dai sommozzatori in immersione”. E’ quanto spiega una nota dell’unità di crisi presieduta dal prefetto Giuseppe Linardi. Quando gli strumenti di misurazione hanno segnalato movimenti dello scafo, “sono state sospese le operazioni” ed evacuati i soccorritori. “Il monitoraggio è continuo” conclude la nota e riprenderanno appena “la situazione si stabilizza”.

Nel pomeriggio i dati arrivati dagli strumenti di monitoraggio hanno consentito al coordinamento dei soccorsi di accertare che, al momento, la poppa della Concordia é ferma mentre c’é una flessione della prua. Per motivi di sicurezza si è deciso di riprendere le operazioni che, però, saranno sospese durante la notte. I Saf dei vigili del fuoco stanno ora rientrando nella nave per riprendere le ricerche e recuperare il cadavere ritrovato questa mattina.

Nel frattempo, sul versante delle indagini sulle responsabilità del comandante Francesco Schettino il procuratore capo di Grosseto Francesco Verusio ha detto che “l’idea che ci siamo fatti nell’immediatezza del fatto sta trovando conferme dalle prime indagini delle forze dell’ordine e delle autorità marittime”.

La Costa Concordia rischia di sprofondare per 70 metri

La Costa Concordia ISOLA DEL GIGLIO -- "Errori di giudizio da parte del comandante". La compagnia di navigazione ...

Costa Concordia: lotta contro il tempo per trovare i dispersi

La Costa Concordia ISOLA DEL GIGLIO -- Sarebbero 29 le persone ancora disperse nel naufragio della Costa Concordia ...