iscrizionenewslettergif
Politica

Retroscena Pdl: le mosse dei liberal irritano la base

Di Redazione13 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il coordinatore provinciale del Pdl Carlo Saffioti

Il coordinatore provinciale del Pdl Carlo Saffioti

BERGAMO — C’è maretta nella base del Pdl. Oltre al congresso provinciale in avvicinamento, ad agitare le acque è la posizione assunta da alcuni esponenti “liberal” di primissimo piano del partito che paiono perseguire un disegno politico ben preciso, ma di difficile comprensione e soprattutto non condiviso con l’area laica.

Per questo, dalla base si è sollevato più di un malumore. La strategia messa in campo dai liberali sembra infatti esulare da quelli che sembravano essere gli schieramenti consolidati in vista del congresso: laici e formigoniani.

I liberal avrebbero fatto ricorso a legami consolidati nel tempo e tentato di riesumare grumi del vecchio partito per fini diversi da quelli palesati pubblicamente. La qual cosa non è andata giù agli alleati laici, poco disposti a tollerare accordi sottobanco con finalità diverse da quelle congressuali.

Ai liberali vengono contestate tacite intese con l’area formigoniano-ciellina, in un’ottica che va ben al di là del congresso provinciale e dei confini bergamaschi. Una strategia che guarderebbe alle successive elezioni e a rendite di posizione nel partito che verrà (se verrà).

Pdl Bergamo: il congresso provinciale slitta al 12 febbraio

Le bandiere del Pdl BERGAMO -- I militanti dovranno attendere un po' di più. Il tanto atteso congresso provinciale ...

Pdl Bergamo, sospesa l’iscrizione di Locatelli

Pierluca Locatelli BERGAMO --  "Le tessere di Pierluca Locatelli e della moglie Orietta Rocca sono state sospese ...